Capire i calciatori per capire l’uomo

di Marco Mancini Commenta

Un gruppo di scienziati americani sta studiando le capacità dei calciatori al fine di conoscere il ruolo che svolgono le prestazioni fisiche nei vertebrati. I risultati mostrano che l’abilità è tanto importante, se non più importante, delle capacità atletiche. Lo studio suggerisce anche un metodo scientifico che potrebbe aiutare i club di calcio nella selezione e l’individuazione di nuovi talenti.

Mentre la maggior parte tifosi sono in soggezione per ciò che i loro beniamini possono fare con un pallone, la fonte delle loro abilità rimane stranamente misteriosa. L’ottima condizione fisica sicuramente aiuta, ma poche persone in realtà credono che un intenso allenamento fisico da solo possa trasformare un uomo qualsiasi in un Pallone d’Oro. Ora, gli scienziati dell’Università del Queensland hanno deciso di studiare ciò che questo “qualcos’altro” potrebbe essere.

Il dr. Robbie Wilson spiega:

Le nostre analisi suggeriscono che i parametri non ambigui dei componenti delle abilità di un calciatore debbano essere usati per aiutare nella selezione e l’individuazione di nuovi talenti. I nostri studi potrebbero contribuire a razionalizzare i criteri di selezione e di efficienza fornendo un grado di ordinazione degli individui sulla base di un confronto competitivo. Inoltre, l’importanza relativa di ciascun tipo di abilità può essere adattata alla posizione di ogni giocatore e le esigenze immediate e future del club.

I membri della squadra semi-professionistica della University of Queensland Football Club (UQFC) sono stati reclutati come soggetti sperimentali, e sono stati fatti competere l’uno contro l’altro in una partita a “calcio-tennis“, un gioco che richiede una buona condizione atletica e abilità calcistiche. In parallelo, gli stessi giocatori sono stati valutati per l’atleticità in generale e l’abilità in 16 diversi compiti.

Non c’era alcuna evidenza di eventuali correlazioni tra la massima performance atletica e l’abilità. I nostri studi suggeriscono che l’abilità è altrettanto importante, se non più importante, delle capacità atletiche nella determinazione delle prestazioni di tratti complessi, come ad esempio le prestazioni sul campo di calcio.

Curiosamente, i ricercatori sperano che concentrandosi sulla capacità calcistiche negli esseri umani possano comprendere il ruolo che le competenze individuali giocano nelle altre specie e nelle altre situazioni, per esempio durante l’aggressione, la cattura di una preda o la fuga da un predatore. Il dottor Wilson sostiene che l’importanza delle abilità per l’evoluzione delle prestazioni fisiche dei vertebrati al momento non è pienamente comprensibile.

[Fonte: Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>