Demenza frontotemporale e disturbo bipolare, la causa nello stesso gene

di Valentina Cervelli 0

La demenza frontotemporale ed il disturbo bipolare dipenderebbero dallo stesso difetto genetico. Uno stesso fattore in grado di dare vita sia ad una malattia di tipo neurologico che ad una patologia prettamente psichiatrica. La ricerca, condotta da scienziati italiani, è stata pubblicata su Biological Psychiatry.

Daniela Galimberti ed Elio Scarpini, dell’Unità operativa Malattie Neurodegenerative, e Carlo Altamura e Bernardo Dell’Osso, dell’Unità operativa di Psichiatria della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano e dell’Universita’ degli Studi di Milano si sono resi conto che questo particolare tipo di demenza e la psicosi ed i deliri derivanti dai disturbi bipolari psicotici avevano la stessa origine. Commentano gli scienziati:

[Lo studio] abbatte in qualche modo il muro che divide le patologie con una base neurologica da quelle psichiatriche, e riavvicina due discipline affini per le quali occorrerebbe una maggiore integrazione sul piano della clinica e della ricerca.

Per giungere alle proprie conclusioni i ricercatori italiani hanno analizzato un campione di 650 pazienti affetti da demenza frontotemporale cercando una particolare mutazione genetica presente anche nelle persone affette da disturbo bipolare per capire quanto effettivamente l’alterazione fosse diffusa. Nel corso dell’analisi gli scienziati hanno rilevato non solo che lo stesso difetto genetico fosse presente nel 6% dei malati ma che in coloro i sintomi psichiatrici erano più frequenti e persistenti rispetto a chi non presentava alterazioni nel DNA. Se aggiungiamo che in passato è stato dimostrato che lo stesso difetto è causa di disturbo bipolare psicotico senza che appaiano dei problemi neurologici correlati, è comprensibile che la scoperta abbia elettrizzato gli esperti. Commentano:

Questi risultati mostrano quindi che i sintomi all’esordio della demenza frontotemporale sono spesso subdoli e di pertinenza non solo neurologica, ma anche psichiatrica.[…]Lo studio, quindi, suggerisce di considerare l’analisi genetica in quei pazienti che presentano sintomi psicotici ad esordio tardivo.

Demenza e psicosi, stessa causa? In questo caso specifico la risposta è positiva.

Fonte | Biological Psychiatry

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>