Depressione favorita dai biscotti?

di Valentina Cervelli Commenta

I biscotti favoriscono la depressione? Sembrerebbe di si, almeno stando ad una ricerca recentemente condotta dalla Lola Linda University su un campione di 5 mila persone. Ma attenzione, parliamo soprattutto di quelli industrialmente prodotti.

biscotti

Tutti a dire che non fanno bene alla linea (e sapientemente) ma mai nessuno ci aveva indicato finora che non fossero buoni nemmeno per la nostra salute psicologica visto che sarebbero in grado di regolare le nostre emozioni. Lo studio pubblicato sulla rivista di settore Journal of Health Psychology ha mostrato che le persone che ingeriscono maggiori quantità di grassi idrogenati hanno difficoltà a gestire moltissimi aspetti delle proprie emozioni, tra le quali la capacità di capirle gestirle, e quella di regolare il proprio umore.

E capire qualcosa di più di questa strana connessione è proprio l’obiettivo della dottoressa Megan Holt, la coordinatrice della ricerca. Possibile che queste sostanze possano essere anche causa di depressione? Molti esperti in nutrizione già sospettavano un simile rapporto tra i biscotti ed altri pasticcini pieni di grassi idrogenati ed l’umore delle persone. Soprattutto perchè in passato alcuni ricercatori dell’Università della California avevano osservato come questo particolare nutriente spingesse sull’aggressività della persone rispetto a quelli che non ne consumavano. Insomma, sembra proprio che i grassi idrogenati non abbiano niente di buono da offrire agli individui. Nemmeno sotto forma di biscotti.

Non dobbiamo poi dimenticare che per la nostra salute generale rappresentano una vera minaccia: alzano i livelli di colesterolo nel sangue distruggendo quello buono e favoriscono la comparsa di diabete di tipo 2, ictus e problemi cardiaci. E’ bene quindi evitare il consumo di tutto ciò che li contiene. A partire per l’appunto dai biscotti. Se si ha voglia di qualcosa di dolce si può sempre puntare su frutta e yogurt, o in caso contrario, prepararle da soli, in casa. Di sicuro la quantità di grassi idrogenati sarà decisamente più bassa.

Photo Credits | Darkkong / Shutterstock.com