Rallenta l’invecchiamento ballando

di Marco Mancini 1

Secondo il Changing Ageing Partnership (CAP), le persone anziane possono aumentare la loro felicità, ma soprattutto la loro salute, ballando. La ricerca, effettuata dal Dott. Jonathan Skinner della Queen’s University di Belfast, osserva le prestazioni sociali, mentali e fisiche del ballo negli anziani. Skinner suggerisce che la danza previene la malattia, e contrasta il declino mentale.

Le raccomandazioni comprendono l’aumento della cosiddetta “danza sociale” per gli anziani al fine di favorire uno stile di vita più sano e più lungo. Afferma Skinner:

Ho rilevato che il ballo sociale porta ad un continuo impegno nella vita, passata, presente e futura, e detiene la capacità di rallentare l’invecchiamento. Esso contribuisce alla longevità dei “ballerini”, dando loro qualcosa di cui godere e su cui concentrarsi per vivere. Allevia l’isolamento sociale e aiuta ad eliminare letteralmente i dolori associati all’età. Oltre a questo, la danza unisce le persone in comunità, creando la solidarietà, la tolleranza e la comprensione.

Sarah, un’anziana di 70 anni di Bangor, è un’ottima ballerina sul ghiaccio. Lei, come tanti suoi compagni, ha preso parte allo studio. Questa la sua testimonianza:

Le mie figlie mi hanno portato alla pista di pattinaggio. Devo dire, dopo anni di danza, che mi ha molto impressionato il pattinaggio per il suo grande impegno e la velocità. Così l’ho fatto per dodici anni. Facciamo la rumba, quickstep, Foxtrot e tango. Il mio istruttore mi voleva anche far gareggiare. I miei amici hanno ammesso che la mia energia è schiacciante, ‘Qual è il segreto?’ mi chiedono, e io mi limito a dire ‘la danza’.

Delle parole più esplicative non potevano essere dette. Il dott. Lynch, responsabile della ricerca della Queen’s, ha ammesso che la ricerca del dottor Skinner è solo una parte della più completa ricerca della PAC che deve essere ancora completata, ma è orgogliosa di notare che dai loro primi risultati si evince che le immagini stereotipate delle sfide all’invecchiamento possano essere sane e divertenti.

[Fonte: Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>