Stop all’ansia con i probiotici

di Valentina Cervelli Commenta

I probiotici possono aiutare a combattere l’ansia? Sembrerebbe di sì. Soprattutto una loro particolare preparazione di nuova generazione. A sostenerlo sono gli scienziati del dipartimento di Psichiatria dell’Università di Oxford.

 

Questa formulazione, chiamata Bimuno, ha dimostrato in un trial clinico di essere in grado di ridurre l’ansia agendo direttamente sulla produzione di cortisolo limitandola, e di conseguenza modificando la reazione fisiologica dei pazienti. Per giungere a questi risultati, pubblicati sulla rivista di settore “Psychopharmacology”, gli scienziati inglesi hanno preso un campione di 45 persone non affette da particolari patologie ma sofferenti di stati d’ansia e dopo averli suddivisi casualmente in due gruppi hanno somministrato loro una volta al giorno la nuova generazione di probiotici o un placebo.

I risultati, terminato il periodo di follow up, hanno mostato che l’assunzione del probiotico non solo ha agito in pratica come un ansiolitico sulla reazione allo stress delle persone, ma anche evidenziato come sia in grado di alterare l’attività dell’ipotalamo, della ghiandola pituaria e della risposta all’adrenalina sistemandone i livelli ed favorendo una protezione dalla depressione e dall’ansia, agendo nel contempo anche sulla memoria della persona. Al contrario nelle persone che hanno assunto il placebo è stato riscontrato un peggioramento delle condizioni psicologiche. Gli scienziati sono ora impegnati in ulteriori trial clinici che possano verificare l’effetto di questi particolari probiotici nelle persone diagnosticate con depressione e stress. Speigano i ricercatori:

I problemi della salute mentale affligono una significativa proporzione di persone nel mondo occidentale. Depressione e ansia sono alla base del 40% delle disabilità mentali registrate. Questo studio ha consentito di conoscere meglio il funzionamento del nostro cervello e la sua risposta a forme medicinali alternative.

Sappiamo che i probiotici sono perfetti per migliorare la salute intestinale e la resistenza del sistema immunitario: i suoi effetti sul cervello e sulla salute mentale aggiungono l’ennesimo tassello alla lista dei loro benefici per l’organismo.

Photo Credits | Fernando Cortes / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>