Troppo smog danneggia la memoria

di Valentina Cervelli 0

La memoria? E’ danneggiata anche dal troppo inquinamento. Lo smog non è solo un pessimo ospite nelle nostre vite per ciò che concerne le malattie dell’apparato respiratorio e lo sviluppo di tumori: ora si scopre che mette a dura prova anche la tenuta delle nostre capacità cognitive.
Non si tratta di un problema che deve essere preso sottogamba visto che specialmente nelle grandi città la quantità di agenti inquinanti è molto alta e l’aria “pesante” è praticamente onnipresente. L’atmosfera è inquinata ed i cambiamenti che il nostro scorretto comportamento sta causando sono innumerevoli. Modifiche che portano problemi alla nostra salute. Ipertensione, asma e problemi respiratori di ogni tipo: sono molti gli studi a tal riguardo ed la ricerca condotta dall’Università del Sud della California è solo l’ultima in ordine di tempo ad indicarci come lo smog sia deleterio per la nostra salute.

Come anticipato è la memoria a farne le spese, ed i dati pubblicati sulla rivista di settore Journal of Gerentology non lasciano spazio a dubbi. Lo studio ha preso in considerazione un campione di persone derivanti da una precedente ricerca iniziata nel 1986. Sono state selezionate 780 individui sopra i 55 anni di età e sono state verificate le loro funzioni cognitive attraverso dei test specifici di tipo matematico e di memoria. I volontari sono stati poi catalogati in base agli errori commessi nei test e i loro risultati comparati con l’esposizione all’inquinamento ed in particolare alle polveri ultrasottili, conosciute anche come pm2.5, ed è stato possibile verificare che chi vive in aree molto inquinate possiede meno capacità cognitive sul lungo termine  e meno memoria rispetto a chi vive in zone prive di smog e pulite.

Ecco un altra prova di quanto sia necessario imparare a rispettare il nostro pianeta per fare bene a noi stessi. Un mondo pulito è sinonimo per noi di buona salute: obblighiamoci a rispettare l’ambiente che ci circonda.

Fonte | Journal of Gereontology

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>