Tumore, scoperte proteine responsabili della risposta ipossica delle cellule

di Valentina Cervelli 2

 Parlando di una patologia complessa come il cancro, sono molti i fattori che debbono essere presi in considerazione. Non ultima la reazione dell’organismo a dei bassi livelli di ossigeno ed alle sostanze che lo stesso produce in tali condizioni. In merito, ci può aiutare uno studio relativo ad una nuova famiglia di proteine responsabile delle reazioni ipossiche (poco ossigeno, n.d.r.) delle cellule condotta dai ricercatori del Barts Cancer Institute dell’Università Queen Mary di Londra e dell’Università di Nottingham.

La ricerca, pubblicata su Nature Cell Biology rappresenta un passo davvero importante per la lotta contro i tumori visto che questi ultimi subiscono una forte influenza da parte dell’ipotetico malfunzionamento dei processi coinvolti nella risposta ipossica. Entrando nello specifico gli scienziati hanno rilevato, a livello molecolare, un processo finora sconosciuto di regolazione delle cellule in caso di bassa presenza di ossigeno. La scoperta potrebbe portare alla messa a punto di nuovi farmaci in grado di combattere le forme tumorali.

Per comprendere meglio dobbiamo ripassare insieme cosa sono e cosa fanno le proteine. Esse sono dei composti biochimici responsabili di “compiti specifici” all’interno della cellula. Ognuna di queste è programmata per avere determinate reazioni in base all’ossigenazione della quale dispone. L’esempio più semplice da fare in merito al processo cellulare in fase di ipossia è quello della montagna. Ad altitudini elevate corrisponde meno ossigeno. Per funzionare in modo adeguato le cellule scatenano la riposta ipossica in modo tale da produrre più globuli rossi e assorbire più ossigeno possibile.

Se questo processo non funziona, possono sorgere delle patologie: tra di loro il cancro. Le cellule tumorali posseggono di per sé una riposta ipossica malfunzionante. Le proteine scoperte nello studio, se opportunamente utilizzate, possono essere in grado di “sistemare” il problema alla base dello sviluppo del cancro.

Spiega coordinatore della ricerca Tyson Sharp, docente di oncologia molecolare:

I risultati di questa ricerca rappresentano un significativo progresso nella nostra comprensione del funzionamento della risposta ipossica. In questo modo abbiamo aiutato i ricercatori a sviluppare farmaci migliori per combattere il cancro e molte altre malattie causate da bassi livelli di ossigeno nel nostro corpo, come l’anemia, l’infarto del miocardio, l’ictus e le malattie arteriose periferiche.

Articoli Correlati:

Cancro alla prostata, una proteina potrebbe prevenirlo

Tumori, scoperta proteina che causa metastasi

Fonte: Nature Cell Biology

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>