Influenza stagionale 2012-13: vaccino, sintomi e cure

di Tippi 3

Secondo l’Associazione Microbiologi Clinici Italiani (AMCLI) l’influenza stagionale 2012-13, il cui arrivo è previsto per i mesi invernali, con un picco verso gennaio-febbraio, proviene dall’America e sarà più aggressiva rispetto a quella dell’anno scorso. I ceppi del virus influenzale previsti per la stagione fredda saranno in tutto 3: il ceppo del virus A/H1N1 del 2009, un ceppo B ed un ceppo H3N2. Le categorie più rischio, come sempre, sono i bambini, i malati cronici, gli anziani, ma anche le donne in gravidanza.

Influenza stagionale 2012-13: vaccino

Il vaccino contro l’influenza stagionale 2012-13 è già pronto ed è stato regolarmente approvato dalle agenzie del farmaco mondiale e messo appunto in conformità alle direttive ricevute dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Il vaccino conterrà i ceppi 2010/11 A/California/7/2009 (H1N1), come quello dell’anno scorso, e le nuove varianti A/Victoria/361/2011 (H3N2) e B/Wisconsin/1/2010.

Secondo gli esperti la nuova influenza stagionale colpirà principalmente le vie respiratorie e poiché la massima circolazione dei virus avviene sempre tra gennaio e febbraio, la vaccinazione va effettuata da ottobre a dicembre. L’immunità compare dopo 2 settimane e garantisce una protezione di 6 mesi.

Il vaccino ha un’efficacia stimata dal 70% al 90% e si può acquistare in farmacia. Gli adulti necessitano di un’unica dose, da somministrare tramite iniezione nel braccio, per quanto riguarda i bambini, invece, è preferibile consultare il proprio pediatra, anche se in genere si procede alla somministrazione di 2 dosi per i bambini di età pari o inferiore ai 9 anni.

Influenza stagionale 2012-13: sintomi

I sintomi dell’influenza stagionale 2012-2013 saranno gli stessi di sempre, ma più accentuati, soprattutto nelle categorie a rischio (anziani, bambini, malati cronici e donne in stato interessante), quali:

Dal punto di vista medico l’influenza prevede la comparsa di una sintomatologia ben precisa, caratterizzata da febbre oltre i 38°, che può durare un massimo di 4 giorni con un esordio improvviso, e almeno uno tra i seguenti sintomi:

  • Brividi di freddo
  • Malessere diffuso
  • Mal di testa
  • Inappetenza
  • Sudorazione

Influenza stagionale 2012-13: trasmissione e durata

Gli esperti sono concordi nel ritenere che, nonostante l’arrivo di 2 ceppi nuovi del virus influenzale, sia ancora troppo presto per fare previsioni sull’andamento dell’influenza stagionale 2012-13 poiché ci sono diverse incognite, ma non è detto che i nuovi ceppi, anche se sconosciuti al sistema immunitario umano, conducano automaticamente ad una diffusione più ampia.

L’influenza stagionale, essendo un’infezione virale, è altamente contagiosa, inoltre la trasmissione è favorita da ambienti affollati e/o ambienti molto umidi e freddi. Il periodo di incubazione può variare da 1 a 4 giorni, e la durata è al massimo di 1 settimana per gli adulti e fino a 10 giorni per i bambini e gli anziani.

Influenza stagionale 2012-13: cure

Va subito precisato che i farmaci antivirali non sono sostitutivi della vaccinazione e devono essere assunti esclusivamente dietro parere medico. In caso di soggetti non a rischio, per alleviare i sintomi dell’influenza stagionale 2012-13 si può ricorrere a medicinali sintomatici come la Tachipirina o l’Aspirina, che svolgono un’azione antifebbre e antidolorifica. Per il mal di gola sono indicate le caramelle da sciogliere in bocca come Benagol o Neoborocillina, che contengono sostanze disinfettanti e antibatteriche.

Contro il raffreddore (che colpisce le mucose del naso e della gola) sono utili i decongestionanti nasali in spray o in gocce come Vicks Synex, Rinazina, Rinogutt, ecc. Anche per alleviare la tosse esistono vari prodotti da banco. In caso di tosse produttiva (grassa) sono consigliati i mucolitici e gli espettoranti. In caso di tosse non produttiva (secca), invece, sono indicati i farmaci sedativi.

Come sempre, la prevenzione gioca un ruolo fondamentale per evitare la diffusione dell’influenza stagionale 2012-13. Perciò ricordate di lavare frequentemente le mani e di coprire sempre la bocca con un fazzoletto di carta durante i colpi di tosse e la stessa regola vale per gli starnuti, chiaramente. Inoltre, in caso di influenza è preferibile stare a casa.

Via|Ministero della Salute; Photo Credits|ThinkStock

Commenti (3)

  1. si io posso solo confermare la sua aggressività fortissimo male alla gola tanto da non poter ingoiare, e ho avuto per fortuna solo per un giorno forti sudorazioni con febbre che non ha superato i 39 la cosa che mi fa rabbia che si è infestata tutta la mia famiglia compreso la mia piccola di3 anni

    1. mannaggia…come ti capisco!

    2. ciao, anch’io sono influenzata….mal di testa, congestione nasale, febbricola, mal di ossa, inappetenza e un gran mal di gola!!!!!! Spero solo di non passare il virus al resto della mia famiglia….*_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>