Vaccinazioni: risultati e obiettivi da raggiungere

di Valentina Cervelli Commenta

Quali sono i risultati ottenuti e gli obiettivi da raggiungere nel campo delle vaccinazioni? Dal prossimo 24 al 30 aprile in tutto il mondo verrà celebrata la Settimana Mondiale dell’Immunizzazione istituita dall’OMS: un’occasione perfetta per fare il punto della situazione e mostrare come la strada da percorrere contro le malattie batteriche e virali sia ancora lunga.

L’epidemia di meningite in corso in Italia qualche settimana fa  ha mostrato con chiarezza quanto sia necessario che la ricerca medica lavori sulla messa a punto di un vaccino che possa proteggere la popolazione da alcune malattie: in alcuni casi le formulazioni per determinati ceppi sono già pronte all’uso. Quel che manca è l’informazione. Immunizzarsi non è pericoloso: e la quasi totalità dei possibili effetti collaterali è eliminabile con un corretto dialogo medico-paziente che porti alla sottomissione a specifici esami di tolleranza. E’ su questo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità vuole puntare: portare la popolazione a comprendere che avere una protezione contro i virus e i batteri può condurre ad una vita migliore, priva di conseguenze per la salute.

I risultati raggiunti

Tra gli obiettivi raggiunti a livello mondiale vi è:

  • Introduzione dei vaccini basilari a protezione della salute nella maggior parte degli stati poveri e in via di sviluppo per un totale di 128 formulazioni dal 2010
  • Un vaccino contro l’ebola formulato e testato in tempi record
  • Africa priva di poliomielite dall’agosto del 2014
  • India libera da tetano materno e neonatale
  • Americhe le prime regioni in grado di eliminare la rubella e la sindrome da rubella congenita.

Gli obiettivi da centrare

L’OMS si è posta degli obiettivi ben precisi da raggiungere nel campo dei vaccini e dell’immunizzazione. Essi sono:

  • Accelerare il controllo tramite il vaccino di quelle malattie che è possibile controllare con gli strumenti attualmente a disposizione come il tetano, la poliomielite, il vaiolo ed il morbillo solo per citarne alcuni
  • Favorire i programmi di vaccinazione per proteggere sempre più persone
  • Mettere in atto politiche che portino alla creazione di vaccini sempre più efficaci.

Fonte | OMS

Photo Credits | funnyangel / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>