MOAPAR Debiopharm (Triptorelina)

MOAPAR, Debiopharm

CATEGORIA: Farmaci agonista del rilascio di gonadotropina (GnRH)

FORMA FARMACEUTICA: Soluzione iniettabile

PRINCIPI ATTIVI: Triptorelina

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento di gravi deviazioni sessuali in uomini adulti. Moapar induce e mantiene una riduzione reversibile della tasso ematico di testosterone – castrazione chimica. Il prodotto va assunto attra verso una iniezione intramuscolo ogni 3 mesi. Tale posologia rappresenta un vantaggio rispetto alla formulazione giornaliera per via orale o a quella intra-muscolare mediante iniezioni settimanali, così come richieste con sostanze antiandrogene come Ciproterone acetato (CPA) o Medrossiprogesterone acetato (MPA) e permette anche di ridurre gli eventuali effetti collaterali.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e a sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Possono verificarsi reazioni di irritazioni, rash cutanei e bruciori nel luogo di iniezione che tuttavia tendono a scomparire gradualmente. Tra gli effetti collaterali si possono citare lievi rischi di danni alle cellule epatiche, aumento del rischio di trombosi, ginecomastia e riduzione del volume degli organi sessuali maschili. Come per tutti i medicinali a base di triptorelina possono comparire reazioni avverse come cefalea, nausea, vomito, turbe dell’alvo (stipsi o diarrea), anoressia, febbre, sudorazione, caduta dei capelli, vertigini, turbe del sonno (sonnolenza, insonnia), parestesie, disturbi della vista, irritabilità.

NOTE: Debiopharm, una società biofarmaceutica indipendente, fondata nel 1979 a Losanna, in Svizzera, specializzata nello sviluppo di farmaci per gravi indicazioni terapeutiche come l’oncologia e che nel 2006 ha realizzato un fatturato pari a 2.6 billioni di dollari, ha annunciato la firma di un accordo di licenza con il suo partner storico, per la commercializzazione di Salvacyl® /Moapar®, formulazione a tre-mesi, ed ha ottenuto l’autorizzazione per l’immissione in commercio in ben nove Paesi europei, tra cui Francia, Germania, Regno Unito, Svezia, Norvegia, Danimarca, Belgio, Paesi Bassi e Finlandia.Recentemente, inoltre, sempre la Debiopharm, ha scoperto una nuova molecola capace di curare la distrofia di Ullrich (come la miopatia di Bethlem), una grave malattia genetica dovuta a mutazione nei geni per il collagene VI, una proteina presente nei tessuti connettivi e nelle fibre muscolari. Il nome del prodotto è Debio 025.

Altri farmaci: Salvacyl

[Fonti principali: AAVV, EuPharma.com, AAVV Debiopharm.com, AAVV Cpdconsulta.com ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.