Anomalie cerebrali portano all’ansia

di Marco Mancini 1

Forse è stata trovata la causa del disturbo dell’ansia. Per avere la certezza piena c’è bisogno di ulteriori ricerche, ma gli scienziati della Stanford University hanno notato che probabilmente alla base di alcuni disturbi possono esserci delle anomalie di connessione all’interno dell’amigdala.

L’amigdala è quella parte del cervello preposta alle emozioni, ed in particolare l’errore accade nel collegamento tra l’amigdala basolaterale e l’amigdala centromediale. Queste due aree a loro volta controllano i meccanismi cognitivi e mnemonici (la prima) e la respirazione, i battiti cardiaci e l’attenzione (la seconda).

In questo modo, essendoci degli errori di connessione, avvengono delle disfunzioni in queste attività, le quali sono appunto quelle che compaiono come “anormali” nella sintomatologia dell’ansia.

[Fonte: Corriere della Sera]

Commenti (1)

  1. Per dirla ancora più semplicemente è come se si facessero due telefonate componendo i numeri giusti che raggiungessero due interlocutori diversi. Una specie di ostruzione di connessione che sarebbe la causa di alcuni disturbi legati all’ansia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>