Demenza senile, i sintomi principali

di Valentina Cervelli Commenta

La demenza senile è una malattia neurologica che colpisce, come il nome stesso ricorda, le persone in tarda età. Le cause che concorrono alla sua comparsa sono molteplici oltre il naturale invecchiamento. Vediamo insieme i sintomi principali di questa malattia nel vario stato di gravità.

I sintomi di tipo cognitivo

Tra i sintomi principali della demenza senile abbiamo i problemi di memoria. Questa inizia a non funzionare più in maniera adeguata e la persona colpita inizia a dimenticare sia le frasi appena dette che le cose appena fatte. Sorgono i problemi di orientamento e la persona rischia di non riconoscere strade e luoghi che ha frequentato per anni. Giorno ed ora diventano difficili da ricordare ed anche alcune azioni molto semplici diventano complicate da portare a compimento da soli. I sintomi della demenza di questo tipo non si fermano qui: è possibile registrare nei pazienti anche la difficoltà a parlare bene e il ripetere frasi in maniera ossessiva.

I sintomi non cognitivi

Gli anziani affetti da demenza senile presenteranno difficoltò a dormire.è un sintomo che può essere scambiato inizialmente per la minore quantità di sonno necessaria alle persone mano mano che l’età avanza. Ovviamente se non vi è altra sintomatologia a sostenerlo, non dovete preoccuparvi. Un altro sintomo importante della demenza senile è lo stato di allucinazione, di solito accompagnato da manie di persecuzione. Non sconvolgetevi queindi se i vostri cari pensano di essere spiati o iniziano a vedere cose invisibili agli altri. Per i malati di demenza queste allucinazioni corrispondono a realtà: cercate di aiutarli a raggiungere una terapia efficace in modo tale da evitare che la persona cada in depressione o mostrare i primi segni di schizofrenia.

I sintomi funzionali

I sintomi di tipo funzionale sono quelli che arrivano nell’ultimo stadio della demenza senile: le capacità motorie vengono seriamente compromesse e con esse la deambulazione. Non di rado le persone si allettano. Contemporaneamente perdono la capacità di alimentarsi da soli e l’appetito, mostrando meno interesse verso la propria igiene personale.

Photo Credits | Monkey Business Images / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>