Essere genitori con la sclerosi multipla si può (VIDEO)

di Valentina Cervelli Commenta

Si può essere genitori con la sclerosi multipla. La malattia, per quanto debilitante non è in grado di togliere questo traguardo e questa emozione alle persone che desiderano avere un bambino. Scopriamo insieme, attraverso il loro racconto diretto, le storie di 4 coppie.

coppia sclerosi multipla

La diagnosi di sclerosi multipla non limita la capacità di procreare: e questo è valido a prescindere dal genitore colpito dalla malattia. Certo, si tratta di un’esperienza unica nel suo svolgimento, essendo presente l’incognita continua dell’impatto della patologia sulla persona. Questi giovani raccontano la loro esperienza nell’ambito della campagna “Genitori si può, anche con la Sclerosi Multipla”: il progetto è in vita grazie all’inventiva del Centro per la Sclerosi Multipla della Seconda Università di Napoli, con il supporto della Merck, una nota casa farmaceutica.

Lo scopo di questa collaborazione è ovviamente quello di informare adeguatamente la popolazione sul fatto che anche se una persona è affetta da sclerosi multipla essa non solo non limita la sua fertilità, ma nelle donne non rappresenta un ostacolo alla gravidanza. Secondo gli studi eseguiti sul tema la gestazione, se ben pianificata e condotta adeguatamente dal punto di vista terapeutico, non apporta danni né alla madre né al bambino.

La sclerosi multipla, lo ricordiamo, è una malattia neurologica cronica e progressiva che colpisce il sistema nervoso centrale (midollo spinale, cervello, nervo ottico, N.d.R.) che colpisce almeno 68mila persone in Italia, di cui la maggior parte donne di giovane età. Spiega Gioacchino Tedeschi, Professore Ordinario di Neurologia e Direttore della I Clinica Neurologica della Seconda Università di Napoli:

La sclerosi multipla rappresenta una diagnosi importante da seguire e trattare con rigore scientifico sulla quale bisogna contrastare un forte pregiudizio: si immagina che chi ne è affetto non possa mai diventare genitore e che, se donna, non riesca a sopportare il peso fisico e psicologico della gravidanza e del parto. L’obiettivo di questa iniziativa è smentire questo pregiudizio e aiutare le coppie con sclerosi multipla a vincere le paure e i dubbi di realizzare il loro progetto di genitorialità.

4 coppie, 4 storie da scoprire.