Ictus emorragico: alcolismo ne aumenta l’incidenza

di Valentina Cervelli Commenta

L’ictus è favorito dal bere molti alcolici. Potrà sembrare scontato, visto che l’abuso d’alcol porta con se notoriamente molti problemi al nostro organismo.  Gli scienziati dell’Università Lille Nord de France sono andati oltre, valutando gli effetti del binge drinking, il bere compulsivo, scoprendo che le probabilità di ictus emorragico salgono in modo sensibile.

Parliamo di un ictus “differente” da quello classico, spesso causato da un grumo di sangue che limita il corretto approvvigionamento di sangue nell’encefalo. Davanti al bere sostenuto, questo tipo di patologia nella sua accezione più grave può presentarsi anche in mancanza di una familiarità genetica o problemi di coagulazione nel sangue. Commenta la dott.ssa Charlotte Cordonnier, coordinatrice dello studio condotto in tal senso, e pubblicato sulla rivista di settore Neurology:

Il bere pesante è stato costantemente identificato come un fattore di rischio per questo tipo di ictus che è causato da sanguinamento nel cervello, piuttosto che un grumo di sangue.

Ecco quini che sia il bere discrete quantità di alcol ogni giorno che indugiare in tempi ricorrenti alla bevuta compulsiva, ingerendo forti quantità di alcol in un periodo cronologicamente breve, è parimenti pericoloso per il cervello, rappresentando uno dei principali fattori di rischio per la comparsa dell’ictus emorragico.

La ricerca degli scienziati francesi si è basata sull’analisi delle condizioni di salute di 540 persone che erano state vittime di un ictus emorragico e che avevano un’età media di circa settantuno anni. Tutti sono stati intervistati in merito al consumo di alcol ed allo stile di vita condotto. Per avere un’informazione più completa, sono stati interrogati a tal riguardo anche i parenti o le persone vicine ai pazienti. Lo studio ha permesso di stabilire che su 540 persone, quelle considerabili come forti bevitrici erano 137, pari al 25% del totale, con una bevuta media di tre o più bicchieri al giorno.

Le loro scansioni cerebrali e le loro cartelle cliniche hanno rilevato come erano stati vittime di ictus emorragico almeno 14 anni prima di chi non consumava alcol in tal modo. Questo gruppo di persona aveva un’età media di 60 anni.

Fonte | Neurology

Photo Credit |Sxu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>