Matrimonio o convivenza? Per la salute sono la stessa cosa

di Marco Mancini 1

Abbiamo sempre riportato ricerche scientifiche che affermavano come il matrimonio potesse allungare la vita media rispetto a quella delle persone che non si sono mai sposate. Il motivo era da ricercare nell’aiuto reciproco, sia materiale che morale, che due persone potevano darsi, ed i benefici sulla salute mentale derivanti dall’avere una famiglia numerosa. Ma tutti questi benefici non dipendono dallo scambio di un anello, ma soltanto dal fatto di convivere ed avere queste esperienze sotto lo stesso tetto. Dunque i ricercatori del Cornell University’s College of Human Ecology si sono chiesti se gli stessi effetti si potevano ottenere in caso di convivenza.

E la risposta è stata “sì”.

E’ la relazione stessa, piuttosto che il suo status ufficiale, la chiave per i benefici

ha spiegato il ricercatore Kelly Musick, docente associato di analisi politica e management. Anzi, se proprio vogliamo dirla tutta, Musick ha rilevato che all’interno dei due gruppi forse quello che si trovava meglio era quello che conviveva visto che, dopo un certo numero di anni, l’autostima e la felicità era più alta tra le coppie conviventi che tra quelle sposate.

Il motivo per cui ciò accade secondo la docente va ricercato nella maggiore indipendenza e per il maggior spazio per la crescita personale che rimane a due persone non legalmente vincolate che danno un beneficio mentale non indifferente.

Lo studio era partito dall’osservazione di oltre 2.700 persone che negli anni ’80 erano single. Erano stati valutati molti parametri, dalla felicità alla salute mentale, e sono stati confrontati ad intervalli regolari. Alla fine del ciclo di studio (dopo 20 anni) si sono fatti dei confronti tra quelle persone che nel frattempo si sono sposate o hanno cominciato a convivere, e quelle che sono rimaste single. Come era facile prevedere, la felicità era più alta nel primo gruppo, i sintomi della depressione e simili erano più comuni nel secondo. All’interno del primo gruppo, come detto, i parametri erano sempre più simili man mano che passava il tempo, fino a che non sono diventati praticamente uguali, con un leggero favore per le coppie conviventi.

Inoltre, aggiungiamo noi, come specificato in un’altra ricerca recentemente pubblicata, matrimonio e divorzio fanno ingrassare, dunque tanto vale forse è meglio volersi bene per sempre senza l’ufficialità di una cerimonia.

[Fonte: Livescience]

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>