Uomini ricordano di più esperienze negative

di Valentina Cervelli 4

ricordiLa mente umana non smette mai, nonostante il passare del tempo e la scoperta di nuove frontiere della medicina moderna, di stupire. E ciò che stiamo per rivelarvi entra di diritto in tale contesto. Contrariamente a ciò che si pensa solitamente, gli uomini conservano con maggiore precisione il ricordo di una esperienza spiacevole, al contrario delle donne, che tendono a ricordare con minore attenzione esperienze emotivamente traumatiche.

Ce lo rivela uno studio pubblicato sull’ International Journal of Psychophysiology e condotto dai ricercatori dell’Università di Montreal al Louis-H Lafontaine Hospital, il quale ha messo in correlazione la reazione di uomini e donne davanti a determinate immagini. Come spiega il dott. Marc Loavoie, primo firmatario della ricerca in questione:

Pochissimi studi hanno osservato come reagiamo ad un’esperienza e come la troviamo attrattiva. Abbiamo scoperto innanzitutto che le donne hanno una memoria più chiara delle esperienze attraenti e positive rispetto agli uomini.

Le donne quindi focalizzerebbero la loro attenzione “cerebrale” sui ricordi positivi, gli uomini sulle esperienze negative. Il tutto è stato dimostrato, come vi anticipavamo, prima attraverso un test durante il quale ai partecipanti allo studio sono state mostrate immagini sullo schermo di un computer suddivise in quattro categorie:

  • Bassa valenza e bassa eccitazione (es: bambini che piangono)
  • Bassa valenza ed alta eccitazione (es: foto di guerra)
  • Alta valenza e bassa eccitazione (es: foto di gattini)
  • Alta valenza ed alta eccitazione (es: foto erotiche)

ed in seguito un ulteriore passaggio nel quale le stesse foto venivano mescolate a nuove immagini. I volontari erano chiamati a spingere dei pulsanti in caso si trattasse di foto nuove o già viste mentre i ricercatori misuravano la velocità e l’accuratezza dell’azione, comparandola con l’attività dei neuroni.

Conclude lo specialista:

E’ interessante notare che le scansioni hanno rivelato una maggiore attività dell’emisfero destro del cervello femminile per il riconoscimento delle immagini piacevoli, l’opposto di quanto rilevato negli uomini. I  nostri risultati dimostrano la complessità della memoria emotiva in relazione alle differenze di genere e sottolineano l’importanza del rapporto tra valenza ed eccitazione nella conservazione precisa del ricordo.

Articoli Correlati

Cancellare i brutti ricordi ora è possibile

Memoria: i ricordi si possono cancellare, ma le emozioni restano

Fonte: IJP