RINAZINA GlaxoSmithKline (Nafazolina)

RINAZINA, GlaxoSmithKline

CATEGORIA: Farmaci decongestionanti nasali per uso topico

FORMA FARMACEUTICA: Gocce nasali

PRINCIPI ATTIVI: Nafazolina nitrato

INDICAZIONI: Indicato per la decongestione delle vie respiratorie superiori in caso di riniti e faringiti acute catarrali, di riniti allergiche, di sinusiti acute. Rinazina può essere usato, adeguando la posologia, in soggetti di età adulta e pediatrica. Consultare il medico se non si verificano miglioramento dopo una settimana di trattamento. L’uso, specie se prolungato, dei prodotti topici può dare luogo a fenomeni di sensibilizzazione e di assuefazione.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità verso i componenti o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Non assumere in caso di malattie cardiache ed ipertensione arteriosa gravi, glaucoma, ipertiroidismo. Non somministrare ai bambini di età inferiore ai 10 anni. Per il rapido assorbimento della nafazolina attraverso le mucose infiammate, si possono verificare effetti sistemici consistenti in ipertensione arteriosa, bradicardia riflessa, cefalea, disturbi della minzione. Non somministrare durante e nelle due settimane successive a terapia con farmaci antidepressivi per evitare la possibilità di interazioni. Non somministrare in gravidanza ed allattamento se non previa autorizzazione del medico. In caso di sovradosaggio possono comparire ipertensione arteriosa, tachicardia, fotofobia, cefalea intensa, oppressione toracica, e, nei bambini, ipotermia e grave depressione del Sistema Nervoso Centrale

NOTE: La  sensazione di “naso chiuso”, tipica delle malattie da raffreddamento è davvero fastidiosa ed è causata dalla dilatazione dei piccoli capillari della mucosa nasale che rendono più difficoltoso il passaggio dell’aria e di conseguenza la respirazione. Tale situazione si verifica però anche in caso di riniti allergiche o di altre infiammazioni alle vie respiratorie. Il rimedio sono i decongestionanti nasali che, però devono essere usati correttamente: basta poco, infatti, a ridurre il beneficio e a far comparire piccoli e fastidiosi disturbi come sensibilizzazione, irritazione, assuefazione e senso di congestione permanente. Per cui, il loro utilizzo è consigliato esclusivamente a brevi periodi che non devono superare la settimana.

Altri farmaci simili: Vicks Sinex, Neosynefrine, Otrivin, Actifed

[Fonti principali: AAVV, Paginesanitarie.com; AAVV, Saninforma.it;]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.