ROBINUL AnPharm (Glicopirrolato/Neostigmina)

 

ROBINUL, AnPharm

CATEGORIA: Farmaci anticolinergici

FORMA FARMACEUTICA: Soluzione iniettabile

PRINCIPI ATTIVI: Glicopirrolato, Neostigmina

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento della iperidrosi (eccessiva sudorazione). 

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e ad i suoi eccipienti o ad altri prodotti con analoga struttura chimica. Controindicato nei pazienti che hanno un’ostruzione gastrointestinale o a carico delle vie urinarie. Nei soggetti che hanno problemi di respirazione, come broncospasmi, o in coloro che hanno problemi cardiovascolari come brachicardia, tachicardia, ipertensione, etc, l’assunzione di Robinul deve avvenire solo in seguito ad un’ attenta analisi medica e sotto controllo dello specialista. Gli effetti collaterali maggiormente riscontrati sono: secchezza delle fauci, difficoltà nella deglutizione, nausea, problemi intestinali, sonnolenza, vertigini, rash cutanei, eritema, cefalea, stati confusionali. Non somministrare in gravidanza e/o allattamento. Il trattamento con Robinul può causare sonnolenza e disturbi visivi e pertanto si sconsiglia la guida in seguito all’assunzione.

NOTE: Non esistono dei farmaci specifici per l’iperidrosi, ovvero il problema della sudorazione eccessiva che interessa un gran numero di persone e che è causato da fattori soggettivi o in seguito a particolari eventi, come un intervento chirurgico, o patologie. Come terapia per questo disturbo, solitamente vengono somministrati farmaci psicotropi (specialmente sedativi) o anticolinergici ad alti dosaggi  che hanno l’inconveniente di causare numerosi effetti collaterali che diventano generalmente insopportabili. Per questo motivo l’impiego di tali prodotti non può essere valutato nella maggior parte dei casi, ma è da riservare per pochi pazienti  che soffrono di ipersudorazione del tronco o generalizzata, per i quali non sono disponibili altri metodi di terapia. In realtà, però, gli anticolinergici, se assunti in una dose adatta, possono contribuire a diminuire la sudorazione  senza rendere la vita insopportabile a causa dei loro effetti collaterali (secchezza delle fauci, difficoltà di accomodamento della lente oculare). L’applicazione più ragionevole sembra essere quella di utilizzare gli anticolinergici come una “terapia di emergenza” in quelle situazioni che richiedono un controllo rapido e transitorio dell’iperidrosi.

Altri farmaci simili: Ditropan e Dixarit

[Fonti principali: AAVV, MedicineLab.com, AAVV, Hyperhidrosis-sweat.com; AAVV, Kompendium.ch ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.