SALMETEDUR GlaxoWellcome (Salmeterolo xinafoato)

SALMETEDUR, Glaxo Wellcome

CATEGORIA: Farmaci antagonisti beta-2-adrenergici a lunga durata d’azione ( LABA )

FORMA FARMACEUTICA: Sospensione pressurizzata per inalazione.

PRINCIPI ATTIVI: Salmeterolo

INDICAZIONI: Indicato come terapia sintomatica prolungata degli stati broncospastici, ma non è valida come terapia patogenetica e del trattamento della crisi acuta d’asma con b2-agonisti a rapida insorgenza d’azione. Il salmeterolo è indicato quando si rende necessaria una broncodilatazione regolare, per prevenire i sintomi dell’asma notturno e/o le variazioni giornaliere del controllo della sintomatologia (es. prima di un esercizio fisico o di un contatto con allergeni, altrimenti non evitabile). Il Salmetedur, se assunto regolarmente, può sostituire i broncodilatatori via inalatoria (salbutamolo) a breve durata d’azione (4 ore). Inoltre, il salmeterolo unito alla terapia steroida, (es. cortisone), può offrire vantaggi addizionali nel controllo della sintomatologia.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità verso i componenti del prodotto e verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Gli effetti collaterali maggiormente riscontrati sono stati quelli  tipici dei b2-agonisti quali tremore, cefalee, sensazioni soggettive di palpitazione, ma questi tendono ad essere transitori ed a ridursi proseguendo la terapia. Possono verificarsi azioni broncospastiche ed aumento del respiro affannoso. Non somministrare ai bambini di età inferiore ai 4 anni. Controindicato in gravidanza ed allattamento.

NOTE: Un panel di esperti ha valutato pericoloso l’utilizzo nell’asma di salmeterolo e formoterolo non associati a steroidi inalatori. Infatti, secondo quanto segnalato alla FDA, i farmaci non devono essere assunti come monoterapia perchè si aumenterebbe  il rischio di ospedalizzazione e di morte per asma. I due farmaci possono invece continuare ad essere usati nelle formulazioni in associazione ad uno steroide inalatorio e da soli nel trattamento della BPCO.  Nonostante il parere contrario delle case di produzione dei farmaci, tali indicazioni sono già state inserite in alcune linee guida approvate dalla FDA, US Department of Human Service, NIH e National Heart Blood and Blood Institute, ma devono ancora seguire un iter per diventare una decisione legislativa.

Altri broncodilatatori: Sprivia, Atem

[Fonti principali: AAVV, StudioMedicoTorrino.it; AAVV, Pillole.org]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.