Cellulite: sbagliato consigliare di non bere acqua

di Daniele Pace Commenta

Bere acqua è importantissimo anche se si ha la cellulite. Sbagliato il consiglio di Chiara Nasti.

 

Cellulite

Scoppia la polemica sui suggerimenti via internet dopo che Chiara Nasti ha dichiarato di non bere acqua per combattere la cellulite. L’influencer Chiara Nasti è poi tornata, almeno in parte, sui suoi passi, ma è un dato di fatto che internet è spesso un luogo dove si attinge a suggerimenti sbagliati, da parte dei non addetti ai lavori.

In particolare la medicina è un punto delicato di questa “informazione” fai da te, e gli esperti si sono sentiti in diritto di intervenire sul tema dopo che la Nasti aveva dichiarato di non bere da due anni. Cosa sbagliatissima, visto che il nostro corpo è fatto per il 60% proprio di acqua.

L’influencer aveva invece suggerito di bere acqua di cocco o Coca-cola. Non solo gli esperti suggeriscono di bere tanta acqua (non di cocco), ma anche e soprattutto di evitare le bevande gassate, come la Coca-cola. Chissà, gli influencer spesso rispondono a dinamiche commerciali, e quindi il suggerimento potrebbe essere arrivato in linea con una campagna pubblicitaria. Quel che è certo, è che le bevande gassate sono ormai sconsigliate anche a chi sta bene in salute.

Cellulite: cosa dicono gli esperti

Il primo a intervenire è Manon Khazrai, docente di Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione all’Università Campus Bio-Medico di Roma, che spiega bene il ruolo dell’acqua per il corpo umano. Le cellule sono infatti in gran parte fatte d’acqua, elemento indispensabile alla vita, tanto che bastano pochissimi giorni di disidratazione per rischiare seriamente la vita. Dopo due giorni si assiste già al decadimento cellulare, e casomai è fondamentale bere due litri di acqua al giorno, seguendo uno stile di vita sano, sia dal punto di vista alimentare che di attività fisica.

Per la cellulite, la famosa ritenzione idrica, non serve smettere di bere, perché il meccanismo che porta a questo inestetismo non coinvolge le cellule, che sono le prime a soffrire in mancanza di acqua.

Come spiega lo stesso Khazrai, la ritenzione idrica che determina la cellulite avviene al di fuori delle cellule, e non all’interno. Smettere di bere farebbe solo morire le cellule senza risolvere il problema.

In più si peggiorerebbe la situazione, secondo il docente, in quanto serve proprio l’aiuto delle cellule per combattere la cellulite. Quindi poco sale, tanta frutta e verdura. In particolare è il sodio a portare l’acqua all’esterno delle cellule, e va quindi evitato.