Ricerca internazionale ripropone latte e latticini contro le malattie croniche

di Daniele Pace Commenta

Una ricerca rivaluta il ruolo del latte e dei latticini di origine animale, che aiuterebbero a prevenire e contrastare alcune malattie croniche.

Il latte e i latticini sono stati un bersaglio delle nuove mode salutari alternative dell’ultimo decennio. Ma ora una ricerca internazionale ripropone questi alimenti come perfetti per combattere alcune malattie croniche.

Abbandonate dunque i vari latte di soia, di riso e quant’altro per tornare al vecchio e sano latte tradizionale. Secondo la ricerca, sponsorizzata da una associazione spagnola del settore caseario, la Organización Interprofesional Láctea, latte e latticini sono ricchi di nutrienti utili contro le cardiopatie e le malattie delle ossa.

Nel frattempo però, il consumo di latte e latticini tradizionali ha subito una forte regressione negli ultimi decenni, a favore del latte vegetale. Questo spesso per evitare i grassi del latte animale, che invece sono benefici, chiaramente se assunti nel modo corretto.

Altri decidono per motivi ideologici, magari perché vegani, di non bere latte e mangiare latticini, ma in questo caso vanno sostituiti quei grassi per sopperire alla loro mancanza.

La ricerca sul latte

La rivista Advances in Nutrition ha pubblicato lo studio che comprende una serie di ricerca internazionali, poi comparate fra loro.

Dopo decenni di “pubblicità avversa”, la ricerca ha rivalutato il latte e i suoi derivati, perché ricchi di proteine, fosforo, magnesio, selenio, zinco, vitamina A e B-12, che forniscono calcio al nostro corpo e nutrienti essenziali.

È chiaro che qualsiasi esagerazione porta a effetti collaterali, e quindi la ricerca indica anche il quantitativo giusto che va consumato ogni giorno. Per i latticini, se poveri e magri, vanno bene due porzioni. Naturalmente scegliete quelli con i grassi giusti, non ricchi e privi di colesterolo. Lo yogurt e altri formaggi sono perfetti, quando magri, ovvero non troppo ricchi di grassi.

La ricerca ha poi comparato il consumo di latte con l’insorgenza delle malattie croniche. Ad occuparsene, in questo caso, l’Università di Granada e quella di Madrid. I due enti hanno analizzato la situazione giungendo alla conclusione che un giusto consumo aiuta a diminuire la possibilità di avere un infarto o malattie cardiovascolari.

Il latte e latticini, sempre non grassi, proteggono il sistema vascolare. Sono anche coadiuvanti nella prevenzione della sindrome metabolica e del diabete, oltre che per i tumori dell’apparato digerente.

Per il suo apporto di calcio inoltre, il latte è fortemente indicato per gli anziani e per i bambini, per nutrire l’apparato osseo e muscolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>