Sempre più italiane affette dalla “Sindrome di Thelma e Louise”

di Marco Mancini Commenta

Fare sesso senza precauzioni tra i 15 e i 24 anni è una cosa abbastanza comune, ma dovuta all’incoscienza giovanile. Farlo dopo i 40 anni significa voglia di libertà, e non è più un evento raro. Anzi, secondo una recente statistica sta diventando un caso sempre più diffuso.

Dalle delusioni dovute al partner che non le fa “sognare” più come una volta, alla routine quotidiana, al tradimento o peggio ancora al divorzio, le donne italiane over 40 non si fanno abbattere più come una volta, chiudendosi in sè stesse, ma hanno deciso di prendersi una rivincita sulla vita, lanciandosi in relazioni extraconiugali o occasionali, purtroppo spesso senza precauzioni.

Tutti gli ammonimenti e le campagne portate avanti sul sesso sicuro, spiega la dottoressa Alessandra Graziottin, sono rivolte alle adolescenti che si avvicinano al sesso per la prima volta. Molto spesso hanno come obiettivo quello di far conoscere questo mondo nuovo alle ragazzine ed evitare di farle fare errori che potrebbero pregiudicare tutta la vita che hanno davanti. Ma forse ci si dimentica che a 40 anni c’è un risveglio da parte di tantissime donne, che cercano una seconda giovinezza, e non sentendosi toccate da queste campagne di prevenzione, molto spesso finiscono col fare delle grandi sciocchezze.

Pare infatti che le malattie sessualmente trasmesse come il Papillomavirus umano (Hpv), che possono portare dai condilomi genitali fino al cancro al collo dell’utero, siano molto comuni proprio nella fascia d’età tra i 15 e i 24 anni, per poi avere un brusco calo, fino ad un nuovo picco proprio dopo i 40 anni, e maggiormente addirittura intorno ai 50. La particolarità è che se tra i più giovani le donne ad essere contagiate dall’Hpv sono leggermente superiori agli uomini, per poi arrivare a pareggiarsi verso l’età adulta, nella fascia di mezza età i contagi sono quasi esclusivamente femminili, sintomo di una ritrovata libertà al costo (consapevole) di correre qualche rischio. Le più esposte a questa sindrome sono le donne che hanno avuto una gioventù poco appagante dal punto di vista sessuale, o che non hanno soddisfazioni sessuali da molti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>