Preservativo addio: arrivano gli ultrasuoni anticoncezionali

di Marco Mancini Commenta

Ancora è presto per eliminare del tutto i preservativi dagli scaffali delle farmacie, anche perché la loro azione contro le malattie sessualmente trasmissibili come l’Aids rimane imbattibile. Un nuovo metodo per evitare gravidanze indesiderate però è stato inventato per chi pratica la monogamia, cioè non ha altro partner sessuale al di fuori della propria moglie o compagna. Sono gli ultrasuoni che, indirizzati verso i testicoli, inibiscono la produzione di spermatozoi, rendendo l’uomo sterile.

Il macchinario è ancora in fase di sperimentazione, in quanto gli effetti a lungo termine non sono ancora stati studiati completamente, ma dalle prime notizie che arrivano dall’Università del Nord Carolina, pare che questi ultrasuoni siano in grado di bloccare per sei mesi la produzione di spermatozoi, in modo che, una volta finita la riserva, l’uomo non può più procreare fino a quando, 6 mesi dopo, non riprende la sua normale attività. Sempre che non si sottoponga ad un nuovo ciclo di ultrasuoni.

[Fonte: Tgcom]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>