Diffusione in America tra le adolescenti di malattie veneree

di liulai 1

Uno studio rivela che tre milioni di ragazze americane fra i 14 e i 19 anni sono affette da malattie sessualmente trasmissibili. La patologia più frequente è il virus del papilloma umano, che può causare il cancro della cervice. Le più colpite sono le afroamericane. Il 50% delle ragazze afroamericane è affetta’ da malattie sessualmente trasmissibili. Tra le bianche la percentuale scende al 20%, pari a quella delle ispano-americane. Lo rivela uno studio del Centers for Disease Control and prevention secondo cui negli Stati Uniti il 25% delle ragazze fra i 14 e i 19 anni ovvero tre milioni di adolescenti – soffre di malattie veneree.



Il 40% delle adolescenti bianche ha ammesso di avere avuto rapporti sessuali, mentre una percentuale inferiore dice di aver praticato solo sesso orale, tramite cui si possono comunque trasmettere malattie. Lo studio è stato eseguito su un campione di 838 ragazze che sono state sottoposte a esami per quattro infezioni: virus del papilloma umano, che causa il cancro della cervice ed è stato riscontrato nel 18% delle ragazze; clamidia (4%); tricomoniasi, (2,5%); e herpes (2%). Un analogo tipo di studio, meno dettagliato, era già stato elaborato nel 2004. E già allora, dicono gli esperti, era chiaro che le giovani donne fossero la categoria più a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>