Perde la memoria e dimentica il suo fidanzato ogni settimana

di Valentina Cervelli Commenta

E’ affetta da una malattia rara per la quale in pratica ogni 7 giorni… dimentica chi è il suo fidanzato. Avete mai visto il film di Hollywood “50 volte il primo bacio” con Drew Barrymore ed Adam Sandler? E’ in pratica quello che succede di media ogni settimana a Jenny Gisby.

Si tratta di una patologia rara che è sopravvenuta alla donna in seguito ad uno svenimento. E proprio come accade nel film americano, la giovane ventenne inglese ha bisogno che letteralmente qualcuno le ricordi il suo passato. In pratica la memoria della ragazza di Nottingham in questione viene resettata ogni 7 giorni circa, portandola a dimenticare il suo ragazzo e moltissime altre cose. Il suo compagno di vita, Stuart Balmfort, non si è lasciato abbattere o spaventare da questo problema, ed ha deciso di rimanerle accanto, tentato di aiutarla il più possibile a recuperare ciò che ha perduto.

La giovane ovviamente si aiuta con diversi strumenti, tra i quali un diario nel quale conserva le foto con il fidanzato. In questo modo riesce pian piano a ricostruire ciò che la mattina alzandosi dal letto si rende presto conto di aver perso. Una sorta di allenamento per la memoria. Che dà la possibilità a Stuart, tra l’altro, di riconquistare continuamente il cuore della sua donna. E’ la stessa ragazza a spiegare  cosa le è successo alla stampa inglese:

Tutto è iniziato quando ho avuto un collasso al lavoro. Mi hanno trasportata in ospedale e per qualche giorno sono stata in coma. Poi mi sono svegliata e mi è stato diagnosticato un “disordine neurologico funzionale”, da quel momento sono iniziate le perdite di memoria.

Una malattia rara nella sua manifestazione che necessità di tanta pazienza per essere approcciata. Inizialmente Jenny non riconosceva nemmeno i suoi genitori: pian piano e con tanto lavoro questo problema è stato superato. La sua speranza è di continuare a migliorare: nel frattempo ci penseranno i diari, le foto ed i suoi cari a farle ricordare tutto.

Photo Credits | PathDoc / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>