SYMBYAX Eli Lilly (Fluoxetina/Olanzapina)

SYMBYAX, Ely Lilly

CATEGORIA: Farmaci neurolettici antipsicotici

FORMA FARMACEUTICA: Compresse

PRINCIPI ATTIVI: Fluoxetina/Olanzapina

INDICAZIONI: Indicato per trattamento dei soggetti che presentano la comparsa di episodi depressivi acuti, tra cui il disturbo bipolare.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità ai principi attivi e/o ad uno dei suoi componenti o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Per escludere possibili interazioni è consigliato non assumere prodotti a base di la fluoxetina  contemporaneamente agli inibitori delle MAO. Il trattamento con tali farmaci va interrotto almeno 15 giorni prima dell’utilizzo di Symbyax. Utilizzare con cautela nei pazienti con patologie renali, epatiche o affetti da diabete per l’insorgenza di gravi complicazioni quali convulsioni. Tra gli effetti collaterali maggiormente riscontrati vi sono ansia, insonnia, tensione nervosa, astenia, cefalea e tremori. Possono comparire anche alterazioni dell’appetito e del comportamento alimentare con conseguente anoressia. Nei soggetti depressi possono acutizzarsi alcuni comportamenti maniacali-ossessivi che potrebbero richiedere l’attenzione del medico. Non assumere in gravidanza ed allattamento se non assolutamente necessario.

NOTE: Questo nuovo farmaco prodotto dalla Eli Lilly, multinazionale del settore farmaceutico, deriva dall’abbinamento di 2 molecole molto conosciute, Prozac (fluoxetina) antidepressivo + Zyprexa (olanzapina) antipsicotico. L’azienda ha ottenuto  pochi giorni fa il riconoscimento di Symbyax  da parte dell’FDA (Food and Drug Administration) americana per il trattamento acuto della depressione bipolare che non risponde ad altre terapie. Come per l’altro prodotto commercializzato, Zyprexa, anche questo ha effetti collaterali gravi come quello di poter aumentare la glicemia ed indurre perciò il diabete a causa della presenza di olanzapina.

Altri farmaci della stessa categoria (SSRI): Lexapro, Paxil, Entact, Dapoxetine, Prozac

[Fonti principali: AAVV, MedicineLab.it; AAVV, Repubblica.it, AAVV, Sanihelp.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.