ULCEX Luso Farmaco (Ranitidina)

 

ULCEX, Luso Farmaco

CATEGORIA: Farmaci anti-ulcera, antagonisti dei recettori H2. FORMA FARMACEUTICA: Compresse, sciroppo PRINCIPI ATTIVI: Ranitidina INDICAZIONI: Indicato per il trattamento dell’ ulcera duodenale, ulcera gastrica benigna, incluse quelle associate al trattamentocon farmaci antiinfiammatori non steroidei, ulcera recidivante, ulcera post-operatoria, esofagite da reflusso, sindrome di Zollinger-Ellison. La ranitidina è anche indicata in quelle condizioni come la gastrite o la duodenite se associate a ipersecrezione acida. La ranitidina è più potente e selettiva dei primi antagonisti H2-istaminici e se ne differenzia chimicamente, essendo un derivato del furano. Ulcex agisce rapidamente inibendo la secrezione acida gastrica sia basale che stimolata da cibo, dal vago o da agenti farmacologici quali l’istamina o la pentagastrina. CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi eccipienti. Alcuni effetti collaterali più comuni sono:  casi di malessere, vertigine, cefalea a volte severa, sonnolenza ed insonnia, offuscamento reversibile della vista attribuibili ad alterazione dell’accomodazione, bradicardia, tachicardia, palpitazioni, extrasistoli, blocco atrio-ventricolare e stato di shock.  Specie nei pazienti gravemente ammalati, negli anziani e nei nefropatici possono verificarsi sporadici casi reversibili di confusione mentale, allucinazioni, depressione ed agitazione. In tali evenienze occorre sospendere la somministrazione. Risultano alcune segnalazioni di incremento dei livelli di creatinina plasmatica e dei test di funzionalità epatica,  valori che di solito ritornano nella norma durante la continuazione del trattamento. Prima di iniziare la terapia con ranitidina nell’ ulcera gastrica, deve essere esclusa la sua possibile natura maligna poichè è stato riscontrato che il trattamento con un antagonista H2-istaminico allevia i sintomi associati al carcinoma dello stomaco e ne ritarda perciò la diagnosi. In gravidanza ed allattamento assumere solo in caso di assoluta necessità  e comunque solo sotto il controllo di un medico. NOTE: In Giappone, il National Cardiovascular Center di Suita  ha condotto una ricerca per verificare se il blocco dei recettori dell’istamina H2 potesse apportasse dei benefici nell’insufficienza cardiaca cronica. Gli studi compiuti, uno retrospettivo su 159 pazienti, ed uno  prospettico su 60 pazienti, che sono stati sottoposti a terapia con Famotidina, una molecola simile, per obiettivo terapeutico alla ranitidina, hanno evidenziato la capacità del principio attivo di migliorare le sintomatologie e le problematiche cardiovascolari.   Altri anti-ulcera: Misofenac, Zantac, Misodex, Trigger, Pantecta [Fonti principali: AAVV, MedicineLab.com; AAVV, Xapedia.it.; AAVV, Salus.it ] *Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.