CIALIS Lilly ICOS (Tadalafil)

Cialis, Lilly ICOS

CATEGORIA: Farmaci per disfunzione erettile.

FORMA FARMACEUTICA: Compresse rivestite

PRINCIPI ATTIVI: Tadalafil

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento delle disfunzioni erettili.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Possono verificarsi, in seguito all’assunzione, dolori osteo-articolari e muscolari, emicrania e difficoltà di digestione. Può comportare problemi di sconforto agli occhi e pertanto non è indicato per coloro che sono affette da condizioni degenerative della retina. Inoltre, è sconsigliato a tutti coloro che hanno problemi cardiovascolari e di ipertensione. Bisogna valutare le possibilità di interazione con altri farmaci o sostanze.

NOTE: Prima della comparsa dei farmaci, escludendo soluzioni naturali o erboristiche, il rimedio più utilizzato per i disturbi erettili era rappresentato da una iniezione di prostaglandina da effettuarsi direttamente nei corpi cavernosi del pene. Dal 1990, invece, sono comparsi sul mercato prodotti farmaceutici inibitori di PDE-5 che, grazie all’aumento afflusso sanguigno verso il pene, permettono di raggiungere l’erezione in brevissimo tempo, (circa 16 minuti, il tempo garantino dal Cialis) e di mantenerla anche per 24/48 ore. I farmaci di questa categoria, tra cui anche il famoso Viagra ed il Levitra, sono simili per caratteristiche, ma si distinguono per effetto, durata ed effetti collaterali. Oltre alla formulazione ideata per essere assunta all’occorenza, Lilly ICOS, la casa produttrice del Cialis, ha rilasciato una versione detta “once a day”, ovvero indicata come trattamento continuativo per coloro che desiderano vivere la loro sessualità senza programmazione.

Altri nomi di farmaci impiegati per la disfunzione erettile sono il Viagra ed il Levitra.

[Fonti principali: AAVV, Torrinomedica.it, AAVV AcquistoCialis.com]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.