Riflessologia plantare. La salute comincia dai piedi

 
Salvina
19 aprile 2008
Commenta
La riflessologia plantare (detta anche terapia di zona o zonale) è una tecnica di massaggio del piede che si basa sugli stessi principi di altre terapie complementari come l’agopuntura e lo shiatsu e prevede la manipolazione di punti precisi sulla pianta che, in base ai suddetti principi, comunicano con i diversi organi e apparati del corpo allo scopo di alleviare e prevenire numerosi disturbi e mantenere lo stato di salute attraverso il ripristino dell’equilibrio dei flussi energetici di cui ciascuno è portatore.

Le origini della riflessologia plantare sono quindi molto antiche e affondano le radici nella medicina tradizionale cinese ma anche indiana. Tuttavia il fondatore della moderna riflessologia può essere considerato l’otorinolaringoiatra di Boston William H. Fitzgerald che la impiegò nei primi decenni del novecento per svolgere addirittura dei piccoli interventi senza anestesia.


Nel massaggio plantare si utilizzano quasi esclusivamente i pollici, per esercitare movimenti circolari e pressioni che vengono alternate sia a scopo terapeutico che a scopo diagnostico. La reazione del paziente alla stimolazione di punti precisi del piede può infatti essere di dolore, fastidio o sollievo e ci dice molto sul suo stato di salute. Il campo di applicazione della riflessologia plantare è vastissimo: dall’intervento in caso di patologie fisiche come lombalgie, artrosi cervicale, emicrania con aura, ulcere e gastriti, a disagi e malesseri di tipi psichico come ansia, stress e depressione.

Mentre è possibile ottenere sin da subito una sensazione di distensione e allentamento delle tensioni (come ha sperimentato chiunque abbia avuto la fortuna di farsi fare un bel massaggio ai piedi), per ottenere benefici relativi a patologie specifiche occorre più tempo (in genere si fanno cicli di docici sedute) in funzione della patologia e della reazione individuale. La riflessologia plantare è un metodo del tutto naturale che non ha alcuna controindicazione, ma fate comunque attenzione ad affidarvi a professionisti seri che abbiano ricevuto una formazione adeguata.
Lista Commenti