leonardo.it

Micosi inguinale: cause, sintomi e terapia

 
Tippi
29 agosto 2013
2 commenti

Micosi inguinale cause sintomi terapia

La micosi inguinale, nota anche con il nome di tinea cruris, è un’infezione molto diffusa della zona inguinale ed è causata da funghi. Interessa prevalentemente gli uomini, tuttavia anche le donne possono esserne colpite, sebbene la causa scatenante sia un altro tipo di fungo: la candida, che inizia a livello vaginale e si diffonde alla cute esterna se non trattata. Vediamo quali sono le cause, la terapia e se esistono dei rimedi naturali.

Micosi inguinale: cause

La micosi inguinale è causata da un fungo chiamato trichophyton rubrum ed è favorita dall’umidità che rimane presente nella piega inguinale dopo i lavaggi e dopo i bagni in piscina o in acque aperte non cambiando subito il costume.

Micosi inguinale: sintomi

La micosi inguinale si manifesta con un eritema rossastro con bordi ben demarcati nella zona dell’inguine e dei genitali esterni. L’eruzione si può estendere alla parte interna della coscia sino ai glutei. L’arrossamento, inoltre, può essere accompagnato anche da prurito e sensazione di bruciore intorno all’inguine.

Micosi inguinale: terapia

Le micosi in generale richiedono un intervento tempestivo, in quanto se non curate possono perdurare e propagarsi in altre parti del corpo e quella inguinale non eccezione. In genere basta trattare il problema con farmaci da banco come Canesten spray o antimicotici in crema (es. Crema 2 S) se la micosi è localizzata, Pevaryl o prodotti in polvere se la micosi è diffusa.

Per migliorare la cura è fondamentale lavare tutti i vestiti a 60° (meglio se si aggiunge un igienizzante), lavarsi con saponi antibatterici e asciugarsi molto bene. È preferibile, inoltre, usare abiti in tessuto naturale e non aderenti e cambiare spesso i vestiti a contatto con i funghi. Con un trattamento appropriato la frequenza di guarigione è molto elevata, tuttavia alcuni soggetti, nonostante le cure, possono sviluppare una malattia cronica e in quel caso è necessario rivolgersi ad un medico, il quale potrà prescrivere farmaci più efficaci.

Photo Credit| Thinkstock

 

 

Categorie: Dermatologia
Tags: ,
Articoli Correlati
YARPP
Micosi e funghi delle pelle, parte tutto dai piedi?

Micosi e funghi delle pelle, parte tutto dai piedi?

La micosi è un’infezione fungina che colpisce la nostra pelle. Ve ne sono di diverse tipologie e di virulenza variegata. Talvolta nemmeno si sa di essere affetti. Sapevate che statisticamente […]

Micosi, attenzione in palestra

Micosi, attenzione in palestra

Micosi in agguato nelle palestre: è necessario fare attenzione.  E’ stimato che almeno l’80% degli sportivi ha avuto almeno una volta nel corso della sua carriera problemi alla pelle come […]

Vacanze 2011: in spiaggia e piscina, come salvarsi da micosi e dintorni

Vacanze 2011: in spiaggia e piscina, come salvarsi da micosi e dintorni

Correre a piedi nudi sulla spiaggia o passeggiare sul bordo piscina: gesti che hanno il sapore delle vacanze che stanno per cominciare per la maggior parte di noi. Attenzione però […]

Micosi, molto fastidiosa ma poco pericolosa; sifilide, ancora bassa la soglia di attenzione

Micosi, molto fastidiosa ma poco pericolosa; sifilide, ancora bassa la soglia di attenzione

La candidosi genitale, così si chiama la classica micosi, dà fa­stidiosissime infezioni alla vagina e alla vulva, pro­voca perdite bianche, dolo­re durante i rapporti sessua­li, prurito e bru­ciore, ma non […]

Il piede d’atleta: una micosi estiva

Il piede d’atleta: una micosi estiva

Avere “il piede d’atleta” non significa essere destinati a vincere nello sport. Con questa espressione infatti si definisce una mi­cosi del piede, cioè un’infezione prodotta da un fungo micro­scopico. Non […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1pino

    fluconazolo per la cura della candida inguinale per quanto tempo puo essere usato?

    27 giu 2014, 02:55 Rispondi|Quota
    • #2Cinzia Iannaccio

      Non siamo medici e non sappiamo risponderti purtroppo, ma credo che se dopo i giorni di terapia indicata dal medico il problema continua…..devi farglielo presente. Il fluconazolo potrebbe non essere il farmaco giusto….

      29 giu 2014, 18:47 Rispondi|Quota