leonardo.it

Demenza senile

Demenza senile

La demenza è una perdita della funzione cerebrale che si verifica con alcune malattie.

CAUSE: Le due principali cause di demenza non reversibile (degenerativa) sono:

  • Morbo di Alzheimer;
  • Perdita di funzioni cerebrali a causa di una serie di piccoli infarti (demenza vascolare).

Le due condizioni si verificano spesso insieme. La demenza con il corpo di Lewy (DLB) è una delle cause principali di demenza negli anziani. Persone con questa condizione hanno strutture di proteine anomale in alcune zone del cervello. I sintomi in questo caso sono simili a quelli del morbo di Alzheimer, ma non è chiaro se DLB è una forma di Alzheimer o si tratta di una malattia diversa. Non vi è alcuna cura in entrambi i casi. Condizioni che danneggiano i vasi sanguigni o le strutture nervose del cervello curabili sono:

  • Tumori cerebrali;
  • Cause metaboliche;
  • Infezioni;
  • Bassi livelli di vitamina B12;
  • Idrocefalo con pressione normale;
  • Problemi alla tiroide.

La demenza di solito si verifica in età avanzata. E’ rara in persone al di sotto dei 60 anni.

SINTOMI: Può comportare problemi di linguaggio, memoria, percezione, comportamento emotivo o cambiamento della personalità e di capacità cognitive (come il calcolo, il pensiero astratto, o la capacità di giudizio). Di solito il primo sintomo è la mancanza di memoria. Altri sintomi comprendono:

  • Cambiamento delle sensazioni o percezioni;
  • Cambiamento nel sonno;
  • Variazione del ciclo sonno-veglia;
  • Insonnia;
  • Necessità di dormire di più;
  • Diminuzione nella capacità di giudizio e nel risolvere i problemi;
  • Disorientamento;
  • Confusione su persone, luoghi o tempo;
  • Difficoltà di apprendimento;
  • Problemi nel fare i calcoli;
  • Impossibilità di imparare qualcosa;
  • Incapacità di pensare in termini generali;
  • Deterioramento della capacità di riconoscimento (agnosia);
  • Problemi nel riconoscere oggetti o persone;
  • Problemi nel riconoscere le cose attraverso i sensi;
  • Mancanza o scarsa capacità di linguaggio (afasia);
  • Impossibilità di dare un nome agli oggetti;
  • Impossibilità di leggere o scrivere;
  • Impossibilità di ripetere una frase;
  • Impossibilità di capire un discorso;
  • Ripetizione di frasi;
  • Utilizzo di parole errate;
  • Problemi motori;
  • Anomalie della funzione motoria (aprassia);
  • Impossibilità nel copiare figure geometriche;
  • Impossibilità nel copiare le posizioni delle mani;
  • Impossibilità di vestirsi;
  • Movimenti inappropriati;
  • Allucinazioni;
  • Delirio;
  • Grave confusione;
  • Cambiamenti della personalità;
  • Ansia;
  • Diminuzione della capacità di prendersi cura di sè stessi;
  • Diminuzione dell’interesse nelle attività di vita quotidiana;
  • Depressione;
  • Inappropriato stato d’animo o comportamento;
  • Irritabilità;
  • Egocentrismo;
  • Scarso controllo;
  • Impossibilità dell’interazione sociale;
  • Impossibilità di mantenere un posto di lavoro;
  • Impossibilità di prendere decisioni;
  • Isolamento;
  • Mancanza di spontaneità;
  • Impossibile concentrarsi;
  • Incontinenza;
  • Problemi nel mangiare.

DIAGNOSI: I seguenti test e procedure possono essere effettuati:

  • Livello di B12;
  • Livelli di ammoniaca nel sangue;
  • Chem-20;
  • Analisi dei gas nel sangue;
  • Analisi del liquido cerebrospinale;
  • Screening tossicologico;
  • Electroencefalogramma;
  • Test del glucosio;
  • Tomografia computerizzata alla testa;
  • Test di funzionalità epatica;
  • Test dello stato mentale;
  • Risonanza magnetica alla testa;
  • Livelli sierici di calcio;
  • Analisi degli elettroliti sierici;
  • Test di funzionalità tiroidea;
  • Livelli di ormone tireotropo;
  • Analisi delle urine.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è quello di controllare i sintomi della demenza. Il trattamento dipende dalla condizione che causa la demenza. Alcune persone possono avere bisogno di rimanere in ospedale per un breve periodo di tempo. Ritirare o cambiare farmaci che provocano confusione o la peggiorano può migliorare la funzione cerebrale. Farmaci che contribuiscono alla confusione comprendono:

  • Anticolinergici;
  • Depressori del sistema nervoso centrale;
  • Cimetidina;
  • Lidocaina;
  • Antidolorifici (analgesici).

Il trattamento delle condizioni che possono portare a confusione spesso può migliorare notevolmente il funzionamento mentale. Tali condizioni includono:

  • Anemia;
  • Diminuzione di ossigeno (ipossia);
  • Depressione;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Disordini alimentari;
  • Infezioni;
  • Disturbi della tiroide.

Alcuni farmaci possono essere necessari per controllare i problemi di comportamento come:

  • Antipsicotici;
  • Inibitori della colinesterasi (donepezil, rivastigmine, galantamina) per la demenza causata dall’Alzheimer;
  • Antagonisti della dopamina (aloperidolo, risperdal, olanzapina, clozapina);
  • Umore stabilizzanti (fluoxetina, imipramina, citalopram);
  • Serotoninergici (trazodone, buspirone);
  • Stimolanti (metilfenidato).

Occhi e orecchie dovrebbero essere controllati regolarmente. Apparecchi acustici, occhiali o chirurgia per eliminare la cataratta possono essere necessari. La psicoterapia o la terapia di gruppo di solito non aiutano perché possono causare maggiore confusione. La terapia a lungo termine comprende il monitoraggio e l’assistenza a casa o in un istituto. Alcuni suggerimenti per ridurre il disorientamento:

  • Fare in modo che il malato abbia i suoi oggetti personali e le persone care intorno;
  • Tenere le luci accese anche di notte;
  • Fornire punti di riferimento ambientali;
  • Ricompensare il malato in caso di comportamenti appropriati e ignorare quelli inaccettabili o pericolosi;
  • Stilare un appropriato programma di attività.

PROGNOSI: La demenza di solito peggiora e spesso diminuisce la qualità della vita. Possibili complicazioni possono essere:

  • Aumento delle infezioni in tutto il corpo;
  • Perdita di molte capacità;
  • Perdita della capacità di interagire;
  • Accorciamento della vita;
  • Effetti collaterali da farmaci.

Contattare un medico in caso di cambiamenti improvvisi di stato mentale, se la demenza peggiora o se non è possibile assistere un malato.

PREVENZIONE: La maggior parte delle cause di demenza non sono prevenibili. È possibile ridurre il rischio di demenza vascolare, che è causato da una serie di piccoli infarti, smettendo di fumare e tenendo sotto controllo la pressione sanguigna alta e il diabete. Avere una dieta con un basso contenuto di grassi e fare esercizio regolare.

Fonti: [Alva G. morbo di Alzheimer e le altre Demenze. Clin Geriatr Med. 2003; American Academy of Neurology. A proposito di demenza. Neurologia. 2004; Moore PS, Jefferson JW. Manuale di Psichiatria medica. 2a ed. St Louis, Mo: Mosby; 2004; http://health.nytimes.com/health/; Goetz, CG. Libro di testo di Neurologia Clinica. 3a ed. Philadelphia, PA: Saunders, 2007; Farlow MR, Cummings JL. Farmacologici efficaci di gestione del morbo di Alzheimer. Am J Med, 2007]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.