leonardo.it

Dolori muscolari (mialgia)

Dolori muscolari (mialgia)

I dolori muscolari sono comuni e possono riguardare più di un muscolo. Un dolore muscolare può coinvolgere anche i legamenti, tendini, fasci di muscoli e tessuti molli che collegano i muscoli, ossa e organi. Un dolore muscolare è più spesso legato alla tensione eccessiva o a lesioni del muscolo causate da un esercizio fisico o un lavoro fisicamente impegnativo. In queste situazioni, il dolore tende a coinvolgere muscoli specifici e inizia durante o subito dopo l’attività. Il dolore muscolare può essere anche un segno di condizioni che interessano tutto il tuo corpo, come alcune infezioni (tra cui l’influenza) e dei disturbi che colpiscono i tessuti connettivi in tutto il corpo (come il lupus). Una comune causa di dolori muscolari è la fibromialgia, una condizione che include mollezza nei muscoli e nei tessuti molli, difficoltà del sonno, stanchezza e mal di testa.

CAUSE: Le cause più comuni sono:

  • Lesioni, traumi e distorsioni;
  • Eccessivo utilizzo di un muscolo in intensità, frequenza o a freddo;
  • Tensione e stress.

Il dolore muscolare può anche essere dovuto a:

  • Alcuni farmaci, tra cui quelli per abbassare la pressione sanguigna, o statine per abbassare il colesterolo;
  • Cocaina;
  • Dermatomiositi;
  • Squilibri elettrolitici come l’avere troppo poco potassio o calcio;
  • Fibromialgia;
  • Infezioni, tra cui influenza, malattia di Lyme o la malaria;
  • Ascesso ad un muscolo;
  • Polio;
  • Trichinosi;
  • Lupus;
  • Polimialgia reumatica;
  • Polimiosite;
  • Rabdomiolisi.

TERAPIA: Per il dolore muscolare dovuto a lesioni da uso eccessivo, basta prendere acetaminofene o ibuprofene. Applicare del ghiaccio per le prime 24-72 ore per ridurre il dolore e l’infiammazione. I dolori muscolari dovuti alla fibromialgia spesso rispondono bene al massaggio. Esercizi dolci di stretching, dopo un lungo periodo di riposo sono anche utili. L’esercizio fisico regolare può aiutare a ripristinare il corretto tono muscolare. Passeggiate, ciclismo e nuoto sono buone attività aerobiche. Un terapista fisico può insegnare lo stretching, tonificazione e esercizi aerobici per sentirsi meglio ed evitare il dolore. Iniziare lentamente e gradualmente un’attività fisica. Evitare il forte impatto dell’attività aerobica e pesi, soprattutto quando si è feriti o si accusa un dolore. Assicurarsi di avere abbondanza di sonno e cercare di ridurre lo stress. Lo yoga e la meditazione sono ottimi modi per aiutare il sonno ed il relax. Se le misure fai da te non funzionano, rivolgersi al medico, che prenderà in considerazione la prescrizione di farmaci, terapia fisica o il rinvio ad una clinica specializzata. Se i dolori muscolari sono dovuti ad una specifica malattia, seguire le istruzioni del medico per curare la malattia primaria.

Contattare un medico se:

  • Il dolore muscolare persiste al di là dei 3 giorni;
  • Si ha un grave ed inspiegabile dolore;
  • Si hanno i segni di un’infezione, come l’arrossamento o il gonfiore muscolare;
  • Si ha una cattiva circolazione nella zona in cui si hanno dolori ai muscoli;
  • Si è subìto un morso o c’è uno sfogo cutaneo;
  • Il dolore muscolare è associato con l’utilizzo di qualche farmaco;
  • Si ha un improvviso aumento di peso o ritenzione idrica;
  • Si è a corto di fiato o si ha difficoltà a deglutire;
  • Si ha debolezza muscolare o non si riesce a muovere una parte del corpo;
  • Si ha vomito, torcicollo o febbre alta.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico e porrà domande sul dolore muscolare, sulle circostanze in cui esso è nato e sui farmaci presi di recente. Test che possono essere effettuati includono:

  • Esame del sangue;
  • Altri esami specifici che riguardano gli enzimi muscolari (creatina chinasi) ed eventualmente un esame per la malattia di Lyme o una malattia del tessuto connettivo.

PREVENZIONE: Per evitare i dolori muscolari, seguire questi consigli:

  • Riscaldarsi prima di effettuare un esercizio fisico e raffreddarsi alla fine gradualmente;
  • Fare dello stretching prima e dopo l’esercizio;
  • Bere molti liquidi prima, durante e dopo l’esercizio;
  • Se si lavora nella stessa posizione la maggior parte del giorno (come stare seduti ad un computer), alzarsi e fare dei movimenti almeno una volta ogni ora.

Fonti: [Dannecker EA. Self-care i comportamenti di dolore muscolare. J Pain. 2004; http://health.nytimes.com/health/; Goldenberg DL, Burckhardt C, L. Crofford gestione della sindrome di fibromialgia. JAMA. 2004]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.