leonardo.it

Colite, cosa mangiare?

 
Tippi
6 gennaio 2013
Commenta

Colite cosa mangiare

Chi soffre di colite o sindrome del colon irritabile sa bene quanto sia importante una dieta adeguata. Si tratta, infatti, di un disturbo che causa dolori addominali, stitichezza alternata ad episodi di diarrea, crampi ed è motivo di disagio. L’alimentazione corretta può aiutare a gestire meglio i sintomi della colite.

A tutt’oggi le cause della colite non sono del tutto chiare, ma secondo la teoria più diffusa chi ne soffre ha un colon o un intestino crasso molto sensibile ad alcuni alimenti e allo stress. Anche il sistema immunitario sembra giochi un ruolo determinante.

Colite sintomi

I sintomi principali della colite sono:

Dolore addominale

Nausea

Diarrea

Con l’aggravarsi della malattia si possono manifestare anche altri sintomi quali crampi prima dell’evacuazione, sensazione di pienezza, astenia, anemia da carenza di ferro, calo di peso.

Colite: cosa mangiare

  • Carni rosse e bianche magre
  • Pesci magri
  • Salmone
  • Sgombro
  • Tonno
  • Acciughe
  • Verdura a foglia verde
  • Cereali integrali di provenienza biologica (frumento, riso, orzo, avena)
  • Olio extravergine di oliva crudo
  • Pane tostato
  • Fette biscottate
  • Yogurt e formaggi non fermentati
  • Frutta fresca o cotta senza buccia e molto matura

Colite: cosa non mangiare

Tra gli alimenti che possono peggiorare l’infiammazione sono:

  • Alcolici e superalcolici
  • Dolci confezionati
  • Zucchero raffinato
  • Caffè
  • Tè nero
  • Cacao
  • Cioccolata
  • Bevande gassate
  • Alimenti conservati sotto sale
  • Latte
  • Latticini
  • Formaggi grassi
  • Fritti
  • Alimenti speziati
  • Alimenti grassi (carni, formaggi, salumi, insaccati)

Nelle fasi acute, è bene evitare i cereali integrali, le verdure, i legumi e la frutta, sia secca che fresca. Nel periodo di ritorno all’alimentazione normale è indicato il consumo di minestre e creme di cereali, le verdure e gli ortaggi, ma sotto forma di passati, e frutta cotta a vapore. Meglio evitare anche intingoli e condimenti troppo elaborati. Inoltre, tutti gli esperti consigliano di consumare i pasti in tranquillità, senza fretta, e masticando molto bene.

Articoli Correlati
YARPP
influenza intestinale: sintomi, durata, rimedi, cosa mangiare

influenza intestinale: sintomi, durata, rimedi, cosa mangiare

L’influenza intestinale o più correttamente gastroenterite è un’infezione dello stomaco e/o dell’intestino ed è causata da una serie di virus, spesso presenti nel cibo o nell’acqua, che può provocare vomito […]

Dieta per diverticoli intestinali, cosa mangiare

Dieta per diverticoli intestinali, cosa mangiare

ammaI diverticoli sono piccole ernie della mucosa intestinale, che si presentano come prominenze dalla forma arrotondata di varie dimensioni. Quando si infiammano la condizione prende il nome di diverticolite, un […]

Intolleranza al lattosio: cosa mangiare e alimenti da evitare

Intolleranza al lattosio: cosa mangiare e alimenti da evitare

L’intolleranza al lattosio è un disturbo molto comune, che colpisce quasi il 70% della popolazione del sud Europa. Si manifesta con l’incapacità da parte dell’organismo di digerire il lattosio, uno […]

Colite: quali cibi evitare

Colite: quali cibi evitare

La colite o sindrome del colon irritabile è un disturbo molto comune che provoca dolori addominali, costipazione e diarrea. È inoltre motivo di disagio per chi ne soffre, talvolta diventa […]

Influenza intestinale cosa mangiare e quali rimedi

Influenza intestinale cosa mangiare e quali rimedi

La gastroenterite, più spesso chiamata influenza intestinale è un’infiammazione dello stomaco e/o dell’intestino tenue e crasso causata da un certo numero di virus, e provoca problemi gastrointestinali come diarrea e/o […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento