leonardo.it

Calli ai piedi, sintomi per riconoscerli e foto

 
Marco Mancini
16 dicembre 2011
Commenta

I calli ai piedi sono degli indurimenti della pelle sotto i piedi che fanno male e rendono difficile camminare. Essi non vanno confusi con i duroni. La differenza tra i due sta nel fatto che mentre i calli sono come delle bolle dure, spesso giallastre, somiglianti alle verruche, che si formano sul punto del piede che subisce la pressione maggiore sulla scarpa, spesso le dita, il durone è l’indurimento di una parte della pelle senza che questa modifichi la sua forma, spesso sulla pianta, sotto le dita o sul tallone, e non sempre fa male.

I calli si formano quando la pelle viene a contatto con un corpo estraneo. L’esempio più classico è quello della scarpa stretta o scomoda, la quale sfrega continuamente con una parte o più parti del piede, piuttosto che su altre. In un primo momento questo sfregamento comporta un leggero fastidio ed un arrossamento. Alla lunga però provoca microtraumi, l’apertura di una vescicola ed infine l’indurimento della pelle. In pratica è come se il corpo reagisse a questo corpo estraneo auto-proteggendosi con degli strati ulteriori e più duri della pelle. Il problema è che, camminando sempre con le stesse scarpe, si possono cominciare ad accusare dei dolori che a volte possono persino impedire la deambulazione.

Il callo si può avere anche a causa di malformazioni del piede o altri problemi non legati alle calzature. In questo caso bisogna contattare uno specialista per indossare delle scarpe ortopediche indicate per il problema che il paziente ha.

La suddivisione dei calli può essere ulteriore, per distinguere i calli veri e propri dai cosiddetti occhi di pernice. Per la precisione, il callo sarebbe solo quello che si forma sotto la pianta del piede o tra le dita, mentre quelle piccole protuberanze che si formano sopra le dita sarebbero gli occhi di pernice. Ma in realtà, essendo il trattamento uguale e all’apparenza molto simili, sono chiamati tutti calli. E’ importante rilevarli subito in quanto un corretto trattamento o il cambio delle calzature può evitare che questi crescano ulteriormente e potrebbero anche farli sparire da soli senza terapia. Nel caso in cui invece il callo sia ormai formato e diventato molto duro e dolente, meglio consultare il medico o provare qualche prodotto callifugo.

Articoli correlati:

Cos’è e come si usa Compeed per i calli ai piedi? Costi e prodotti similari
Piccoli consigli a chi soffre di calli

[Fonti: Procaduceo]

Photo Credits | Thinkstock

Articoli Correlati
YARPP
Calli ai piedi e alle mani? Ecco le cause ed i rimedi, naturali e non

Calli ai piedi e alle mani? Ecco le cause ed i rimedi, naturali e non

I calli, sia che interessino le mani, sia i piedi, sono strati di pelle ispessita e indurita, che si sviluppano quando la cute cerca di proteggersi dall’attrito o dalla pressione. […]

Calli ai piedi, ecco una pedicure sana e fai da te

Calli ai piedi, ecco una pedicure sana e fai da te

Cominciamo con il dire che la pedicure non fa passare i calli ai piedi, a meno che non venga effettuata con dei prodotti specificatamente segnalati da un podologo o fatta […]

Cos’è e come si usa Compeed per i calli ai piedi? Costi e prodotti similari

Cos’è e come si usa Compeed per i calli ai piedi? Costi e prodotti similari

Il callo è un’ispessimento della pelle dei piedi che può essere causato da diversi fattori, il più comune dei quali sono le scarpe scomode. Questo ispessimento alla lunga può dolere […]

Piccoli consigli a chi soffre di calli

Piccoli consigli a chi soffre di calli

Di solito, i calli si formano prevalente­mente sul dorso delle dita dei piedi, a causa dei continui microtraumi che la pelle subisce per via della continue pressioni e sfregamenti. Quando […]

La salute dei piedi: un dettaglio da non trascurare

La salute dei piedi: un dettaglio da non trascurare

Molti di noi non si preoccupano affatto della salute dei propri piedi, anzi, quasi non si accorgono di averli finchè, tutto a un tratto, magari arrivati ad una certa età, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento