Come curare l’infiammazione del tendine d’Achille

di Sveva Commenta

Come curare l’infiammazione del tendine d’Achille? Questo disturbo, particolarmente doloroso, può essere affrontato in diversi modi. Ovviamente, per scegliere la strada migliore da seguire, è necessario il parere di un bravo ortopedico. In generale le cure possibili per curare il tendine d’Achille infiammato consistono nell’assunzione di farmaci, nella esecuzione di esercizi mirati a rafforzare il tendine, nell’adozione di alcuni rimedi naturali che spesso si rivelano efficaci per placare i sintomi tipici di questa infiammazione.

infiammazione tendine d'achille

Andiamo con ordine, per capire come curare l’infiammazione del tendine d’Achille in modo efficace. Detto dei sintomi che devono farvi scattare il campanellino d’allarme (il sintomo principale è il dolore e l’impossibilità di svolgere i normali movimenti), ecco che si può correre ai ripari in vari modi.

Rimedi naturali contro l’infiammazione del tendine d’Achille

Il riposo intanto è il primo passo importante da fare per cercare di ridurre i sintomi tipici di questo disturbo. Anche il ghiaccio è un valido alleato perché tende a portare via l’infiammazione donando sollievo. Si può fare il ghiaccio per una ventina di minuti senza applicarlo direttamente sulla pelle ma avvolgendolo in un canovaccio.

Medicine e fisioterapia

Dopo avere effettuato una visita accurata, l’ortopedico potrà anche segnarvi dei farmaci che potranno consistere in anti-infiammatori non steroidei (FANS) ovver farmaci come l’Ibuprofene e il Ketoprofene che sono capaci di ridurre il dolore e il gonfiore. La fisioterapia (ultrasuoni, laser e terapie con il calore,)  sarà sicuramente un’altra delle strade da seguire per ottenere nel giro di poco tempo considerevoli benefici. Esistono poi degli esercizi mirati da fare ogni giorno che serviranno a rafforzare il tendine rendendolo dunque meno attaccabile dalla infiammazione.

Chirurgia come cura definitiva?

L’infiammazione del tendine d’Achille può essere trattata nei casi più gravi con la chirurgia. Si tratta di una decisione che non va presa a cuor leggero e solitamente viene consigliata solo quando tutte le altre strade non portano alcun tipo di beneficio. L’operazione consiste nell’allungamento di uno dei due muscoli che compongono il polpaccio per aumentare il movimento della caviglia.

Potrebbero interessarti anche:

INFIAMMAZIONE TENDINE D’ACHILLE SINTOMI, CAUSE E RIMEDI

DOLORE AL TENDINE D’ACHILLE SX, COSA FARE? ORTOPEDICO RISPONDE

Photo Credits | DreamBig / Shutterstock.com