Dolore alle gambe ed omocisteina alta, cosa fare? Risponde l’esperto

di Cinzia Iannaccio Commenta

dolore alle gambeIl dolore alle gambe può essere correlato all’omocisteina alta? L’omocisteina è un aminoacido presente nel sangue che si sviluppa in seguito al consumo di proteine animali. I suoi valori possono essere misurati con un esame del sangue da eseguire insieme ai normali test di routine. Se ne parla poco, ma in realtà l’omocisteina alta può essere pericolosa perché correlata a malattie cardiovascolari molto serie come l’aterosclerosi, l’infarto o l’ictus. Particolarmente di rilievo è dunque il quesito posto da uno dei nostri lettori al riguardo, nella rubrica “Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive” che vi riportiamo in integrale di seguito.

Descrizione dettagliata del problema:

“Buongiorno, da un paio di mesi accuso dolori fastidiosissimi ad entrambe le gambe, precisamente ai muscoli delle cosce. Ho 46 anni, sono alto m 1.80, peso kg 77 (ho perso 4 kg nell’ultimo periodo pur non avendo variato l’alimentazione.) Ho fatto una serie di analisi, tutte risultate nella normalità eccetto per l’omocisteina che ha un valore 4 volte più alto rispetto alla media. Il valore alto dell’ omocisteina può dare questi fastidi? L’ortopedico ha consigliato un’ecografia muscolare più un visita specialistica in chirurgia vascolare e mi ha consigliato di effettuare anche esami specifici per la tiroide . E’ giusto fare tutto questo, oppure può consigliarmi qualche altra cosa? Dimenticavo sono un agente di commercio e passo molto tempo in macchina. Grazie”

Risponde il dottor Giuseppe Serpieri specialista in Flebologia e Chirurgia Vascolare

“Buongiorno. I valori aumentati di omocisteina non direi possano essere messi in relazione con i disturbi da Lei lamentati. Consiglierei comunque l’esecuzione di un ecocolordoppler venoso degli arti inferiori nell’ambito di uno screening per escludere possibili trombosi venose profonde misconosciute e, sebbene raramente, asintomatiche. Oltre ovviamente alle altre indagini diagnostiche suggerite dal suo medico”.

Il dottor Serpieri è anche direttore scientifico e fondatore di www.flebologia.it, il primo sito italiano dedicato alle patologie funzionali ed estetiche degli arti inferiori. Per contatti diretti è possibile scrivere a [email protected]

Se avete altri quesiti da porre ai nostri esperti potete riempire il form al seguente link: Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive.

 

Si ricorda: i consulti online non possono in alcun modo sostituirsi a visite mediche specialistiche e non possono indicare diagnosi o terapie.

 

Foto: Thinkstock