leonardo.it

Insufficienza aortica

Insufficienza aortica

L’insufficienza aortica è una malattia della valvola cardiaca in cui la valvola aortica si indebolisce o si gonfia, impedendo la chiusura ermetica. Questo porta al ritorno del flusso di sangue dall’aorta (la più grande vena del sangue) al ventricolo sinistro (la camera bassa a sinistra del cuore).

CAUSE: L’insufficienza aortica può derivare da qualsiasi condizione che indebolisce la valvola aortica. La condizione provoca dilatazione (ampliamento) del ventricolo sinistro, che continua a peggiorare con il passare del tempo. Poiché questa zona del cuore si dilata, è meno in grado di pompare il sangue al resto dell’aorta. Il cuore cerca di risolvere il problema con l’invio di grandi quantità di sangue ad ogni contrazione del cuore. Questo conduce ad una forte ed energico impulso. In passato, la febbre reumatica è stata la causa principale dell’insufficienza aortica. Ora che gli antibiotici sono utilizzati per curare questa condizione, altre cause sono più comuni come:

  • Spondilite anchilosante;
  • Dissezione aortica;
  • Problemi congeniti alla valvola;
  • Endocardite;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Sindrome di Marfan;
  • Sindrome di Reiter;
  • Sifilide;
  • Lupus eritematoso sistemico.

L’insufficienza aortica colpisce circa il 5 persone ogni 10.000. E’ più comune negli uomini di età compresa tra i 30 e i 60 anni.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Pulsazioni anormali;
  • Dolore toracico, simile all’angina;
  • Dolore al torace o alle ossa che può passare ad altre zone del corpo, provocando una sensazione di schiacciamento, spremitura e pressione, e che aumenta con l’esercizio fisico, ma passa con il riposo;
  • Svenimento;
  • Fatica, eccessiva stanchezza;
  • Battito irregolare e rapido;
  • Palpitazioni;
  • Mancanza di respiro, con attività o quando si sta sdraiati;
  • Debolezza, in particolare con l’attività.

L’insufficienza aortica comunemente non mostra sintomi per molti anni. I sintomi possono manifestarsi improvvisamente o gradualmente.

DIAGNOSI: Il medico può sentire un rumore al cuore durante l’ascolto del torace con uno stetoscopio. La palpazione può rivelare un forte battito del cuore. La pressione diastolica può essere bassa. Ci possono essere segni di liquido nei polmoni. L’insufficienza aortica può essere vista con:

  • Angiografia aortica;
  • Ultrasuoni Doppler;
  • Ecocardiogramma o ecografia del cuore;
  • Cateterizzazione cardiaca;
  • Ecocardiogramma transesofageo.

Un Ecocardiogramma può mostrare gonfiore del ventricolo sinistro. Gli esami di laboratorio non possono diagnosticare l’insufficienza aortica, ma possono essere utilizzati per escludere altre malattie o cause.

TERAPIA: Se non ci sono sintomi o se i sintomi sono lievi, si può aver bisogno di fare un ecocardiogramma di volta in volta e di stare sotto controllo medico. Se i sintomi sono gravi, può essere necessario rimanere in ospedale. ACE-inibitori e farmaci diuretici possono essere prescritti. Questi farmaci possono anche essere somministrati a persone con lievi sintomi per prevenire il peggioramento dei sintomi. Una moderata attività fisica può essere raccomandata. Le persone con gravi sintomi devono evitare le attività faticose. La chirurgia per riparare o sostituire la valvola aortica corregge l’insufficienza aortica. La decisione dipende dai sintomi e dalla condizione e dalla funzione del cuore. La chirurgia per la riparazione aortica può essere richiesta se la condizione è causata da disturbi dell’aorta.

PROGNOSI: L’insufficienza aortica è curabile con la riparazione chirurgica. Questo può alleviare i sintomi completamente o sviluppare altre complicazioni. Senza trattamento, i pazienti non guariscono.
Possibili complicazioni possono essere:

  • Insufficienza cardiaca;
  • Edema polmonare;
  • Endocardite.

Contattare un medico se si hanno i sintomi dell’insufficienza aortica, se i sintomi peggiorano o se ne sviluppano di nuovi, in particolare dolori al petto, difficoltà di respirazione o edema (gonfiore).

PREVENZIONE: La cura tempestiva della febbre reumatica previene le infezioni che possono portare ad insufficienza aortica. L’insufficienza aortica causata da altre condizioni spesso non può essere evitata, ma alcune delle complicanze possono comparire.

Avvisare il proprio dentista di qualsiasi problema della valvola cardiaca prima del trattamento per qualsiasi condizione. Quando il dentista lavora con ogni procedura invasiva, può introdurre batteri nel sangue. Questi possono infettare o indebolire la valvola, causando l’endocardite. Controllare la pressione sanguigna è particolarmente importante se si è a rischio di rigurgito aortico.

Fonti: [Karchmer AW. Endocardite infettiva. In: Libby P, Bonow RO, Mann DL, Zipes DP, eds. Braunwald's Heart Disease: A Textbook of Cardiovascular Medicine, 8a ed. St. Louis, Mo: WB Saunders, 2007; http://health.nytimes.com/health]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.