Carcinoma midollare della tiroide

 
Marco Mancini
5 maggio 2011
Commenta

Carcinoma midollare della tiroide Carcinoma midollare della tiroide

Carcinoma midollare della tiroide

Il carcinoma midollare della tiroide è il cancro alla tiroide che inizia nelle cellule che rilasciano un ormone chiamato calcitonina. Tali cellule sono chiamate cellule “C”.

CAUSE: La causa è sconosciuta. A differenza degli altri tipi di cancro della tiroide, il carcinoma midollare della tiroide (MTC) si crede possa essere collegato alla radioterapia (un tipo di trattamento del cancro).

Ci sono due forme di MTC:

  • Sporadico, non è ereditario. La maggior parte dei casi sono sporadici. Questa forma colpisce soprattutto gli adulti più anziani.
  • Ereditario.

C’è un aumentato rischio di carcinoma midollare della tiroide se si hanno:

  • Casi in famiglia di neoplasia endocrina multipla;
  • Una precedente storia di feocromocitoma, neuromi delle mucose o iperparatiroidismo.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Problemi di respirazione a causa del restringimento delle vie aeree;
  • Tosse;
  • Tosse con sangue;
  • Diarrea;
  • Gozzo;
  • Grumo sulla tiroide.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico. I linfonodi del collo possono essere gonfi. I test di funzionalità tiroidea sono normali. Tuttavia, un esame della tiroide può rivelare noduli singoli o multipli (grumi). Altri test che possono essere utilizzati per diagnosticare il carcinoma midollare della tiroide sono:

  • Calcitonina nel sangue;
  • Test CEA del sangue;
  • Biopsia della tiroide;
  • Scintigrafia tiroidea;
  • Ecografia della tiroide.

TERAPIA: Il trattamento comporta un intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroide ed i linfonodi circostanti. Poiché questo è un tumore raro, l’intervento deve essere eseguito da un chirurgo che abbia familiarità con questo tipo di cancro. La chemioterapia e le radiazioni non funzionano molto bene per questo tipo di cancro. La radiazione è usata in alcuni pazienti dopo l’intervento chirurgico. Ci sono una serie di nuovi trattamenti attualmente studiati.

PROGNOSI: Circa l’86% dei pazienti con carcinoma midollare della tiroide vive almeno 5 anni dopo la diagnosi. Il tasso di sopravvivenza a 10 anni è del 65%. Possibili complicazioni possono comprendere:

  • Il cancro che si diffonde ad altre zone del corpo;
  • Paratiroidi che vengono eliminate per errore durante un intervento chirurgico.

Contattare un medico se si hanno i sintomi del carcinoma midollare della tiroide.

PREVENZIONE: La prevenzione può non essere possibile. Tuttavia, essere consapevoli dei fattori di rischio, soprattutto dei casi in famiglia, può consentire una diagnosi precoce e il trattamento.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lista Commenti