leonardo.it

Deficit neurologico focale

 
Marco Mancini
15 gennaio 2012
Commenta

Deficit neurologico focale

Il deficit neurologico focale è un problema con la funzione nervosa che colpisce una parte specifica del corpo, come il volto su un solo lato, un solo braccio, una sola gamba, o anche solo una piccola area, come la lingua; oppure una funzione specifica, ad esempio può essere colpita la capacità di parlare ma non quella di scrivere.

Il problema si verifica nel cervello o nel sistema nervoso. Può tradursi in una perdita di movimento o sensibilità. Il tipo, la posizione e la gravità del cambiamento possono indicare l’area del cervello o del sistema nervoso interessata. Al contrario, un problema non-focale non è specifico, come una generale perdita di coscienza.

CAUSE: Le più comuni sono:

  • Ictus;
  • Tumore al cervello;
  • Paralisi cerebrale;
  • Disturbi di un singolo gruppo nervoso;
  • Infezione;
  • Trauma;
  • Malattie neurodegenerative;
  • Malformazioni vascolari.

SINTOMI: I cambiamenti neurologici focali possono includere qualsiasi funzione e portare a:

  • Parestesia (sensazioni anomale);
  • Intorpidimento;
  • Diminuzione della sensibilità;
  • Paralisi;
  • Debolezza;
  • Perdita di controllo muscolare;
  • Aumento del tono muscolare;
  • Difficoltà di linguaggio o nell’uso della lingua come afasia e disartria, scarsa comprensione del linguaggio, scrittura ridotta, ridotta capacità di leggere o di capire la scrittura, anomia;
  • Disturbi visivi come la vista ridotta, diminuzione del campo visivo, perdita improvvisa della vista o visione doppia (diplopia);
  • Negligenza o disattenzione per l’ambiente circostante su un lato del corpo;
  • Perdita di coordinazione o di controllo motorio;
  • Sindrome di Horner;
  • Riflessi scarsi;
  • Difficoltà di deglutizione con frequenti soffocamenti.

DIAGNOSI: Il medico effettuerà domande sulla storia medica e sarà effettuato un esame fisico, compreso un esame dettagliato del funzionamento del sistema nervoso. I test diagnostici variano a seconda di altri sintomi ed alla causa sospetta della perdita di funzione nervosa.

TERAPIA: L’assistenza domiciliare dipende dal tipo e dalla causa della perdita neurologica.

Contattare un medico se c’è una qualsiasi perdita di movimento, sensazione o funzione.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Photo Credits | Thinkstock

Articoli Correlati
YARPP
Glomerulosclerosi focale segmentale

Glomerulosclerosi focale segmentale

Glomerulosclerosi focale segmentale La glomerulosclerosi focale segmentale è un tessuto cicatriziale che si forma in alcune parti del rene chiamate glomeruli. I glomeruli fungono da filtri, aiutando il corpo a […]

Deficit Familiare di Lipoproteina Lipasi

Deficit Familiare di Lipoproteina Lipasi

Deficit Familiare di Lipoproteina Lipasi Il deficit familiare di lipoproteina lipasi è un gruppo di rare malattie genetiche in cui una persona manca di una proteina necessaria per rompere le […]

Infezioni correlate all’assistenza in ospedale: è importante lavarsi le mani

Infezioni correlate all’assistenza in ospedale: è importante lavarsi le mani

Lavarsi le mani. Un gesto tanto semplice quanto importante. Ogni anno centinaia di milioni di persone in tutto il mondo sono colpite da infezioni più o meno pericolose durante i […]

AXIRON, Acrux (Testosterone)

AXIRON, Acrux (Testosterone)

AXIRON, Acrux CATEGORIA: Farmaci androgeni FORMA FARMACEUTICA: Deodorante antitraspirante in stick con applicatore appositamente progettato per facilitarne la corretta applicazione. PRINCIPI ATTIVI: Testosterone in soluzione al 2% INDICAZIONI: Axiron è […]

XELODA, Roche (Capecitabina)

XELODA, Roche (Capecitabina)

XELODA, Roche CATEGORIA: Farmaci agenti cito-statici (Pur non contenendo un agente citostatico propriamente detto, la capecitabina una volta assorbita dall’organismo viene trasformata in un agente antitumorale di questo tipo. ) […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento