Neurite ottica

 
Marco Mancini
12 marzo 2011
Commenta

neurite ottica Neurite ottica

Neurite ottica

La neurite ottica è l’infiammazione del nervo ottico. Essa può causare improvvisa riduzione della vista nell’occhio interessato.

CAUSE: La causa della neurite ottica è sconosciuta. Un’improvvisa infiammazione del nervo che collega l’occhio al cervello (nervo ottico) può danneggiare la guaina mielinica intorno ad ogni fibra nervosa, causando il rigonfiamento del nervo.

Le cause dell’infiammazione possono includere:

  • Malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, sarcoidosi, la malattia di Behcet, neurite ottica autoimmune);
  • Infezioni (tubercolosi, sifilide, malattia di Lyme, meningite, encefalite virale, morbillo, rosolia, varicella, herpes zoster, parotite e la polmonite da Mycoplasma o altre comuni infezioni del tratto respiratorio superiore);
  • Sclerosi multipla (più frequente negli adulti, ma avviene anche nei bambini);
  • Tossicità da farmaci come il metanolo o etambutolo;
  • Deficit di vitamina B-12.

I fattori di rischio sono legati alla causa particolare.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Perdita della vista ad un occhio, nel corso di un’ora o un paio d’ore;
  • Modifiche nel modo in cui la pupilla reagisce alla luce;
  • Perdita della vista a colori;
  • Dolore quando si sposta l’occhio.

DIAGNOSI: Un esame medico completo può aiutare ad escludere malattie correlate. I test possono includere:

  • Esame della vista a colori;
  • Risonanza magnetica del cervello, comprese immagini speciali del nervo ottico;
  • Acutezza visiva;
  • Visualizzazione del disco ottico da oftalmoscopia indiretta.

TERAPIA: La vista torna spesso alla normalità entro 2-3 settimane senza trattamento. I corticosteroidi somministrati endovena possono accelerare il recupero. Dosi più elevate dovrebbero essere usate con cautela, in quanto possono avere gravi effetti collaterali. Ulteriori test possono essere necessari per determinare la causa della neurite. La condizione che causa il problema può quindi essere curata.

PROGNOSI: Le persone affette da neurite ottica, la cui causa non è la sclerosi multipla, hanno una buona possibilità di recupero. La neurite ottica causata dalla sclerosi multipla o altre malattie autoimmuni come il lupus eritematoso sistemico ha una prospettiva di guarigione più scarsa, anche se la vista nell’occhio interessato può ancora tornare alla normalità. Possibili complicazioni possono essere gli effetti collaterali da corticosteroidi e la perdita della vista.

Circa il 20% dei pazienti con un primo episodio di neurite ottica svilupperanno un’infiammazione della guaina mielinica in altri siti o la sclerosi multipla.

Contattare un medico se avete una improvvisa perdita della vista ad un occhio. Se si soffre di neurite ottica, chiamare il medico se:

  • La vista diminuisce;
  • Si sviluppa dolore negli occhi;
  • I sintomi non migliorano con il trattamento.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lista Commenti