Picacismo

 
Marco Mancini
16 dicembre 2010
Commenta

picacismo Picacismo

Picacismo

Il picacismo è un comportamento che porta a mangiare materiali non alimentari (come terra o carta).

CAUSE: Il picacismo è visto più nei bambini rispetto agli adulti. Tra il 10 e il 32% dei bambini dai uno a 6 anni ha questi comportamenti. Si può verificare durante la gravidanza. In alcuni casi, la mancanza di alcuni nutrienti, come l’anemia da carenza di ferro e di zinco, può far scattare il desiderio insolito. Il picacismo può verificarsi anche negli adulti che hanno bisogno di avere sempre qualcosa in bocca.

SINTOMI: I bambini e gli adulti con picacismo possono mangiare:

  • Feci degli animali;
  • Argilla;
  • Sporcizia;
  • Palle di pelo;
  • Ghiaccio;
  • Vernice;
  • Sabbia.

Questo comportamento dovrebbe durare almeno un mese per confermare la diagnosi di picacismo.

DIAGNOSI: Non esiste un test che conferma il picacismo. Tuttavia, poiché può verificarsi in persone che hanno livelli più bassi del normale di nutrienti ed una cattiva alimentazione, il medico dovrebbe testare i livelli ematici di ferro e zinco. L’emoglobina può essere controllata per verificare l’anemia. I livelli di piombo devono essere sempre verificati nei bambini che possono avere mangiato pittura o oggetti coperti di polvere di piombo. Il medico dovrebbe verificare la presenza di infezioni se la persona ha mangiato terreno contaminato o rifiuti di origine animale.

TERAPIA: Il trattamento deve prima affrontare i nutrienti mancanti e altri problemi medici, come l’esposizione al piombo. Il trattamento si basa sul miglioramento del comportamento, dell’ambiente, e l’educazione familiare. Altri trattamenti di successo includono associare il comportamento di picacismo con conseguenze negative o punizioni (terapia di avversione lieve), seguita dal rinforzo positivo quando si mangiano gli alimenti giusti. I farmaci possono aiutare a ridurre il comportamento anomalo se il picacismo disturba lo sviluppo o si associa al ritardo mentale.

PROGNOSI: Il successo del trattamento varia. In molti casi, il disturbo dura diversi mesi, poi scompare da solo. In altri può continuare nell’adolescenza o in età adulta, soprattutto quando si manifesta con disturbi dello sviluppo. Possibili complicazioni possono essere:

  • Bezoario;
  • Infezione;
  • Ostruzione intestinale;
  • Avvelenamento da piombo;
  • Malnutrizione.

Contattare un medico se si nota che un bambino (o adulto) mangia spesso materiali non alimentari.

PREVENZIONE: Non ci sono specifiche tecniche di prevenzione. Mangiare abbastanza cibi corretti può aiutare.

[Fonte. Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lista Commenti