Carcinoma al seno e Tac di controllo, quando farla?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su carcinoma al seno e Tac di controllo, quando farla?
Salve, ho 55 anni, a settembre 2016 sono stata sottoposta a mastectomia seno sx e svuotamento ascellare di ben 18 linfonodi di cui 3 metastatici. Ho fatto 8 cicli di chemio (4 rossa-4bianca) ed ora sto proseguendo con terapia monoclonale Herceptin ogni 21 giorni (iniezione sottocute gamba) e dovrei terminare a febbraio 2018. Il mio dubbio, visto che ho avuto pareri diversi tra il senologo che mi ha operato (in un’altra struttura ospedaliera) e l’oncologo, è se fare controlli durante questa terapia. Siccome a febbraio 2016 sono stata sottoposta ad altro intervento chirurgico, per carcinoma in situ alla laringe (a cui ha fatto seguito un mese di radioterapia) in una struttura ospedaliera fuori regione, la quale mi sta facendo fare controlli ogni 4 mesi (visite otorino, rx torace e prossimanente risonanza magnetica con mdc), chiedevo all’ oncologo come mai non mi si stava prescrivendo alcun controllo se non controlli cardiologici ogni 3 mesi e il solito emocromo; solo dopo aver fatto questa domanda mi è stata prescritta la tac total body. ….

Carcinoma al seno e Tac di controllo, quando farla?

….Facendo la stessa domanda al senologo a cui sono stata a maggio scorso per visita senologica, e dal quale tornerò a novembre con esame mammografico, mi ha risposto di farla a terapia Herceptin conclusa. Non so se sbaglio (preciso che sono molto ansiosa, ma anche in virtù di quello che sto passando) a pensare che la tac total body mi sia stata prescritta solo perchè l’ ho sollecitata io. Il fatto è che viste le tante radiazioni assunte con la radioterapia e con 3 tac in 8 mesi, vorrei essere sicura se è veramente necessaria farla ora che sto facendo terapia con Herceptin o a fine terapia, per evitare appunto ulteriori radiazioni. Nel caso, se al momento potrebbe bastare un eco addome completo. ESAME ISTOLOGICO: carcinoma (cm 2.7) duttale infiltrante scarsamente differenziato senza evidenza di invasione vascolare peritumorale. Grading istologico sec B e R modif III stadiazione patologica T2 N1a recettori per estrogeni: focale 6% recettori per progesterone: <1% frazione di cellule proliferative (KI67) 32% intensa e completa imminoreattività di membrana per Her2/Neu (anticorpo policlonale Dako) 80% score3 gli esami tac totale body e scintigrafia ossea fatte a novembre 2016 sono negative riguardo a metastasi. rx torace eseguito a maggio 2017 tutto negativo Grata per la gentile risposta.”

 

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema carcinoma al seno e Tac di controllo, quando farla?

 

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti diretti www.ipertermiaitalia.it

 

 

Gentile Signora, a mio avviso si può ipotizzare un controllo in itinere con dosaggio ematico dei markers (CEA, Ca 15.3 e Ca 125) ed una ecografia addome-pelvi. Salvo problematiche intercorrenti, eseguire TC total body con mdc e scintigrafia ossea al termine della terapia adiuvante. Cari saluti Prof. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

 

Leggi anche:

 

Cancro al seno | MedicinaLive

 

Per altri vostri quesiti  compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock