Carcinoma mammario con metastasi, si può guarire?

di Cinzia Iannaccio 2

Richiesta di Consulto Medico su carcinoma mammario e terapie
Buongiorno, Alla mia cara mamma (71 anni) e’ stato diagnosticato un carcinoma mammario con metastasi. Vi invio di seguito o gli esami che ha fatto: Ecografia Mammaria Bilaterale: Mammelle normoconformate di consistenza fibro-ghiandolare A sinistra si apprezza una grossa formazione nodulare di circa 8 cm di diametro iopomobile sui piani profondi e superficiali che interessa i quadranti esterni e la parte centrale della mammella con detrazione del capezzolo……..

carcinoma mammario invasivo

……Linfoadenopatia ascellare omolaterale Ecograficmente si osserva un’area ipoecogena a margini irregolari di circa 8 cm di diametro riferibile verosimilmente a formazione nodulare sospetta Si consiglia esame istologico mediante tra-cut per eventuale chemioterapia neoadiuvante Istologica: Carcinoma Mammario Lobulare Infiltrante scarsamente differenziato (G3 SEC-Ellis) Recettori mammari I01823-16 FRUSTOLI MAMMARI SX ER: POSITIVO NEL 90% DLLE CELLULE NEOPLASTICHE PGR: NEGATIVO KI-67: POSITIVO NEL 60% DELLE CELLULE NEOPLASTICHE C-ERB-B2 NEGATIVO La settimana scorsa e’ strata sottoposta a PET e sono state diagnosticate delle metastasi al livello del bacino e rachide cervicale ed anche a livello epatico. Solamente pochi mesi fa’ mia madre ha deciso di confessarmi questo disturbo che aveva.. con la scusa che non voleva dare fastidio ai famigliari. Praticamente i primi rossori sulla mammella sono cominciati a Marzo 2015. LE SONO STATE CONSIGLIATE LA SOMMINISTRAZIONE DI FULVESTRANT IN ASSOCIAZIONE CON UN MEDICINALE SPERIMENTALE RIBOCICLIB CHE LEI SCEGLIERA’ DI ADOTTARE O NO. La chemioterapia e’ stata esclusa. Forse perché sulle cellule neoplastiche e’ presente il recettore Er? Non capisco Le condizione di salute della mamma sono buone. Sono molto sconfortato e vorrei capire se la mamma ha qualche possibilità’ di guarire. Le metastasi in questo caso possono morire e regredire? O c’e’ soltanto la possibilità’ della cronicizzazione? Quali sono le aspettative e la qualità’ di vita di una paziente in queste condizioni? La mamma in questo periodo e’ molto depressa..

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Carcinoma mammario con metastasi e terapia

 

 
Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

 

 

Gentile Utente, purtroppo per questa tipologia di malattia in fase diffusiva occorre ragionare nei termini del meglio possibile il più a lungo possibile. Con le moderne terapie si può fare comunque un buon lavoro ed anche la qualità di vita può essere buona pur in corso di trattamento specifico. La terapia di combinazione proposta appare assai moderna e condivisibile.

Un caro saluto ed un grande in bocca al lupo

Dott. Carlo Pastore, oncologo

 

 

Leggi anche:

Tumore al seno c5 cosa significa?

Tumore al seno con metastasi ossee e terapia

Carcinoma duttale infiltrante mammella, prognosi?

Carcinoma duttale infiltrante seno, guarigione possibile?

Carcinoma duttale al seno, oncologo spiega

Chemioterapia, cos’è e quando serve

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

 

Foto: Thinkstock