Batterio Pseudomonas aeruginosa, la triste storia di Mariana Bridi da Costa

 
Marco Mancini
25 gennaio 2009
23 commenti

Ha commosso tutto il mondo la storia della modella brasiliana Mariana Bridi da Costa, una delle donne più belle del pianeta, tanto da rappresentare lo stato sudamericano al concorso di Miss Mondo per ben due volte, di cui l’ultima soltanto un anno fa. Poi però, dopo questa bellissima vita, si è scontrata con la dura realtà, e cioè con una malattia che può colpire chiunque e far danni terribili.

Dopo diversi controlli medici, in cui nessuno era riuscito a capire quale malattia l’avesse colpita, le è stata diagnosticata una infezione dovuta al batterio Pseudomonas aeruginosa. Una condizione molto pericolosa in quanto difficilmente guaribile e che può essere letale.

Probabilmente una cura sbagliata, o forse una diagnosi troppo ritardata, l’hanno portata prima alla necrosi degli arti, che ha costretto i medici ad amputarle i piedi, e dopo una settimana anche le mani. Dopodiché le è stata diagnosticata un’emmoragia interna, e per questo ha subito anche l’asportazione di parte dello stomaco. Purtroppo nemmeno questo è bastato a farla guarire, in quanto gli antibiotici che i medici le prescrivevano non hanno avuto l’effetto voluto, e la modella non ha reagito alle cure. Anzi è entrata in coma per qualche giorno. Coma da cui è uscita poco prima di morire, ironia della sorte, come per salutare i suoi cari. Ma di che malattia si tratta?

Lo Pseudomonas aeruginosa è un batterio che letteralmente si ciba dell’uomo. E’ in grado di provocare infezioni estese e morte rapida dei tessuti. La pericolosità del batterio è incrementata dalla sua resistenza a molti antibiotici e disinfettanti, ma anche dalla facilità di diffusione, dato che è molto comune il passaggio da un’individuo malato ad un altro a stretto contatto. Può trovarsi anche su frutta e verdura. Nei pazienti con le difese immunitarie corrotte porta quasi sicuramente alla morte, mentre nei pazienti sani non ospedalizzati ci sono buone speranze di guarigione se individuato in tempo.

La terapia finora risultata più efficace è un mix di antibiotici molto forti in grado di debellare il batterio. Questi possono essere penicilline-cefalosporine-carbapenemici; aminoglicosidi-beta lattamici; oppure cloramfenicolo-fluorochinoloni. Purtroppo capita che nei Paesi poveri questi medicinali non siano disponibili, e per questo il malato rischia di andare incontro a morte certa.

[Fonti: Corriere della Sera; Wikipedia]

Lista Commenti
  • deva

    MI STUPISCE VEDERE, COME OGGI, NEL 2009, ANDIAMO SU ALTRI PIANETI, PALIAMO DI NUCLEARE, ETC, ETC, NON SI RIESCA A DARE IN TEMPI RELI UNA DIAGNOSI CHE POTREBBE SALVARE LA VITA AD UNA RAGAZZA GIOVANE,.
    MI SCONVOLGE ANCORA DI PIU’ QUANDO COME STRATEGIA DI GUARIGIONE SI USA L’AMPUTAZIONE DEGLI ARTI, MI SEMBRA UNA COSA TANTO BARBARICA.
    E’ POSSIBILE CHE SI SPENDANO MILIONI E MILIARDI NEL CAMPO DEGLI ARMAMENTI TANTO CHE UN PULSANTE POTREBBE CANCELLARE L’ESISTENZA DELL’INTERA UMANITA’ E NON CI SIA ALTRA SOLUZIONE CHE AMPUTARE MANI E PIEDI AD UNA RAGAZZA- OGGI POTREBBE ESSERE UN ANZIANO NON CAMBIA NIENTE-, CON L’INTENTO DI SALVARLA? E POI CI DEFINIAMO SOCIETA’ CICILE!!!!!!!!!!!
    PER FAVORE, RACCONTATELO A QUALCUN ALTRO!!!!!!!!!!!!
    SIAMO BARBARI, ECCO COSA SIAMO, MI VIENE LA PELLE D’OCA E SENTO LA NAUSEA DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO. SALUTI DEVA

  • Giovanni Canta

    @ deva:
    Cara Deva – suggerisco fare ricerca su Google pseudomonas aeruginosa+aglio
    un cordiale saluto
    giovanni

    • enzo

      Cara Deva, sai quante persone, anche bambini, affetti da fibrosi cistica muoiono a causa delle i fezioni da pseudomonas? Per loro è la bestia nera, che ti avvolge nel suo mantello nero per portati via. Quanti genitori sono in continua lotta contro pseudomonas per tenerla lontana dai propri ciccioli. In Italia i fondi per la ricerca nei ultimi 2-3 anni sono più che dimezzati, perche mancano i soldi! Non mancano pero per pubblicizzare in tv i giocchi d’azzardo. Io mi incazzo non per i singoli casi, ma perche in uno stato tra i più tassati i soldi mancano sempre! E mi viene in mente il detto, anzi due: OGNI POPOLO MERITA IL GOVERNO CHE HA e TUTTI SI LAMENTANO CHE IL MONDO NON VA BENE E BISOGNA MIGLIORARLO, MA SONO BEN POCCHI QUELLI CHE INIZIANO DA SESTESSO.
      ENZO

  • gianna

    se ce qulcuno che mi riesche aiutare ho cane con batterio pseudomonas aeruginosa nel l orecchio date mi un consiglio
    un coridiale saluto
    gianna

  • sabrina orzincolo

    sono mamma di 3 bambini e a uno dei miei figli a settembre è stato trovato in gola lo pseudomonas aeruginosa. la bimba ha fatto un antibiotico per 10 giorni ma non siamo sicuri che sia stato quello giusto perchè non era fra quelli testati.ora ho rifatto il tampone che è sempre positivo ma non so ancora se sempre allo stesso batterio e inoltre è positivo anche il tampone di sua sorella.sono disperata perchè le bambine hanno 4 anni e gli antibiotici che servono adebellare questo germe sono tutti troppo forti per loro!cosa devo fare ho letto che puo divenire anche molto pericolo se non curato tempestivamente e adeguatamente.Vi prego datemi una risposta sincera e al piu presto.sabrina

  • Marco Mancini

    il suo caso è specifico, e noi non possiamo fare una diagnosi o assegnarle una terapia. L’unico consiglio che possiamo darle è di far visitare le sue figlie da un medico professionista.

  • simone

    io lo avuto ad un occhio quello sinistro….veramente molto brutto sono stato molto molto male..ringrazio dio che si è ricordato di me e mi ha salvato…per tutti coloro che hanno strani sintomi andate dai migliori esperti…un bacio simone 17 anni palermo

  • simone

    mi dispiace tanto ti auguro tutto il bene di questo mondo..lo avuto di sopra è bruttissimo..un consiglio dai sempre fiducia ai piccoli e fatti vedere sempre sorridente…a me faceva bene…e sn riuscito a dimenticare o quasi il tutto anche se a volte mi capita di piangere per il dolore che mi è rimasto dentro…@ sabrina orzincolo:

  • matilde

    ciao, sono disperata perchè mia madre è andata negli stati uniti a salutare uno zio che sta morendo a causa di una infezione da quasto pseudomonas. Corre dei rischi? dovrà fare degli esami quando tornerà?
    grazie a chiunque possa darmi notizie,
    matillde di pietro

  • Cinzia

    Ho cercato su internet, per curiosità, perchè sono affetta da questo batterio che alberga nell’orecchio; ho un’otite cronica dicono, i medici che dovrò essere operata. Ma è così pericoloso ? Sono allarmata da quello che ho letto, è possibile che si infiltri nei tessuti celebrali? Stò attendendo di fare la tac da oltre un mese e mezzo, ma quali sono i tempi limite per evitare che la situazione degeneri? I medici sembravano tranquilli dopo la lettura dell’analisi…?

  • lully

    salve sono una ragazza che soffre in maniera riccorente di infezioni da psuedomonas a livello di tutto l apparato respiratorio mi viene curato con l antibiotico levoaxacin.. ma e’ sufficiente? nessuno mi ha mai informato delle conseguenze cosi gravi di questo batterio.. i medici non mi hanno mai detto niente….rispondetemi grazie

  • giovanna

    mio marito soffre di bronchie asia ma ha continuamente un alito anzi odore….terribile che si impregna anche negli abiti , ha avuto il batterio della
    pseudomnas , continua afare analisi dell’ispettorato e continuano ad essre negativi.ho asempre irritazione alla gola e tosse continua , potrebbe essere localizzato , questo batterio , anche in gola?quali analisi potrebbe fare?non riesce ad uscirne
    grazie

  • Martina

    Mio padre il 5 luglio 2010, e’ stato colpito da un infarto cardiaco che a comportato un intervento di bypass coronarico( 4!!) in sala operatoria a contratto l’infezione nel saghe da s. Pseunomas multiresistente. Mi chiedo nel 2010 in un importante nosocomio (per di più importante clinica universitaria!!!)come e’ possibile contrarre queste pericolose infezioni?? Si parla tanto di profilassi(!), ma mi rendo conto che in Italia siamo ancora indietro anni luce…. In bocca al lupo Papa ‘ so’ che sei una pellaccia(…..).

  • Marco Mancini

    purtroppo gli ospedali sono frequentati da malati, ed in ogni caso i posti frequentati da tanta gente comportano anche alte probabilità di infezione. I virus si trasmettono anche con una semplice stretta di mano, quindi che si tratti di una clinica universitaria, del miglior ospedale del mondo o di una bettola, una persona anziana e peraltro debilitata può contrarre un’infezione con estrema facilità.
    In bocca al lupo per tuo padre.

  • matteo

    @ deva:
    cara ignorante,per prima cosa i medici sono umani,quindi,per quanto spiacevole possa essere,a volte sbagliano o non arrivano a una diagnosi,secondo l’amputazione e,in caso di cancrena,l’unico modo per salvare il paziente.
    poi a titolo informativo lo pseudomonas e’ un batterio con cui siamo costantemente a contatto poiche’ vive sul nostro corpo,in presenza di un deficit immunitario il batterio puo’ prendere il sopravvento.parlare di profilassi e’ quindi inutile poiche’ chiunque e’ portatore di questo batterio.

  • Francesca

    Mio padre è stato operato in zona ascellare ad inizio agosto. Nonostante l’enorme ferita e il suo status altamente debilitato è stato tenuto in terapia intensiva per un solo giorno, poi messo in corsia dove ha contratto Pseudomonas (rilevato da tampone locale). La sepsi gli dà febbre continua da un mese ormai (di solito su una media di 37,5 ma con picchi anche di 39/40). Le emoculture sono sempre negative, ma i globuli bianchi restano altri. Sono stati tentati già 2 mix antibiotici senza risultati (Invanz,Levafloxacina, Colimicina, Fosfomicina), poi sospesi per via di un crollo notevole del suo quadro clinico. Una volta ripresosi (anche nelle facoltà mentali) è stata riapplicata la medesima terapia antibiotica da alcuni giorni ma i risultati non si vedono….qualcuno ha suggerimenti??Siamo veramente DISPERATI, ormai tra tutto sono 2 mesi e mezzo che è ricoverato. Sono disposta a trasferirlo anche in un altro ospedale (Milano, Pavia, Roma…) laddove ci sia un’infettivologia rinomata!Grazie per l’aiuto!

    • Cinzia Iannaccio

      Personalmente non posso aiutarti, mi spiace. Ho vissuto a Roma e so che lo Spallanzani è l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive, ma sai, consigliare un ospedale o un medico piùttosto che un altro è molto relativo. A volte nel piccolo ospedalino di provincia puoi trovare un medico premuroso….ma molto dipende dalla “fortuna” a parer mio, la persona giusta al momento giusto.Una cosa però suggerisco sempre in questi casi: il rapporto medico-paziente deve essere basato sulla fiducia. Se questa vacilla, è meglio cominciare a chiedere altre conssulenze, è importante dare spazio al proprio istinto, l’amore a volte dice più di un’analisi del sangue. In bocca al lupo per il tuo papà. Fammi sapere se trovate un buon posto per la cura.

  • Francesca

    Grazie mille Cinzia!Sei stata molto cara!Hai proprio ragione quando manca la fiducia nei medici manca tutto..questo è il motivo per cui già lo abbiamo portato via da un’importante clinica universitaria (quella in cui ha contratto il batterio!) nella quale di grande c’è solo il nome, perchè in realtà ci siamo sentiti del tutto abbandonati, mai informati sulle terapie, sullo stato di mio padre, spesso costretti ad elemosinare informazioni volanti nel corridoio e sempre diverse da un medico all’altro (anzi, senza nulla togliere, ma spesso mi sono trovata a parlare con specializzandi della mia età). Nel piccolo ospedale della mia città, l’approccio è stato del tutto diverso e c’è stato qualche lieve miglioramento. Grazie ancora per la tua risposta e il tuo calore!

    • Cinzia Iannaccio

      Di nulla, veramente;=)

  • pia

    oggi ho appreso che mio fratello è affetto da questo batterio, è ricoverato in ospedale e i medici di hanno detto che è risolvibile,da premettere, che lui nel 2010 è stato sottoposto a
    tracheotomia per difficoltà di respirazione è stato in coma farmacologico si è ripreso ma sottoposto a cure riabilitative ha avuto delle lesioni alla colonna. Dopo l’intervento vedevamo che dalla trachea emetteva molto catarro, nessuno ci ha dato risposta del perchè, ora dopo vari ricoverici hanno detto di questo batterio. (ha pancia e stomaco molto voluminosi)
    Vorrei sapere come si manifesta quali sono i sintomi a cui bisogna prestare attenzione.
    Grazie.

  • marcello

    domoanda mi e stato trovato questo batterio sotto l’unghia e si e gonfiato e martedi ho la visita all’ ospedale e incomincio ad avvere una fifa mata

    • roberto

      Ciao anche mia figlia ha la stessa cosa finora sta mettendo solo un antibiotici locale……tu invece?fammi sapere urgente

  • spisi

    @ marcello:
    ciao Marcello,

    anche io ce l’ho sotto all’unghia e domani vado da un dermatologo per capire che terapia fare.
    Ma tu come ti stai curando? e cosa ti hanno detto? E’ pericoloso? Si puo’ estendere ad altre parti del corpo? Anche io ho una fifa matta come te…

  • Pingback: Mariana Bridi Da Costa Death - My Blog()

  • Pingback: Mariana Bridi Da Costa - My Blog()