leonardo.it

Meningite

Meningite

La meningite è un’infezione batterica o non-batterica che provoca l’infiammazione delle membrane che coprono il cervello e il midollo spinale.

CAUSE: Le cause più comuni di meningite sono infezioni virali che di solito possono guarire senza una terapia. Tuttavia, le infezioni da meningite batterica sono estremamente gravi, e possono provocare il decesso o gravi danni cerebrali, anche se curati. La meningite è causata anche da:

  • Irritazione chimica;
  • Allergie a medicinali;
  • Funghi;
  • Tumori.

Abbiamo diversi tipi di meningite, tra cui:

  • Meningite settica;
  • Da carcinoma (causata dal cancro);
  • Criptococca;
  • Influenzale;
  • Meningococca;
  • Pneumococcica;
  • Staffilococcica;
  • Sifilitica;
  • Tubercolare.

La meningite batterica acuta è una vera e propria emergenza medica, e richiede un immediata cura in ospedale. La meningite virale è mite e si verifica più spesso rispetto a quella batterica. Di solito si sviluppa tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, e spesso colpisce i bambini e gli adulti al di sotto dei 30 anni. La maggior parte delle infezioni si verificano nei bambini di età inferiore a 5 anni. La maggior parte delle meningiti virali sono associate a enterovirus, che sono comunemente virus che causano malattie intestinali.

Molti altri tipi di virus possono anche causare la meningite come l’herpes (lo stesso virus che può causare herpes labiale e genitale). Recentemente, il virus del Nilo occidentale diffuso attraverso i morsi di zanzara, è diventato una causa di meningite virale nella maggior parte degli Stati Uniti. Oltre a causare la meningite virale, il virus del Nilo occidentale può causare encefalite in alcuni pazienti e la poliomielite in altri.

SINTOMI:

  • Febbre e brividi;
  • Cambiamenti dello stato mentale;
  • Nausea e vomito;
  • Sensibilità alla luce (fotofobia);
  • Forte mal di testa;
  • Torcicollo (meningismus);
  • Agitazione;
  • Diminuzione della coscienza;
  • Opistotonia (ipertensione della schiena che si curva all’indietro);
  • Diminuzione dell’alimentazione o irritabilità nei bambini;
  • Respirazione rapida.

DIAGNOSI: Gli esami a cui ci si sottopone usualmente sono radiografia al torace, TAC, controllo del liquido cefalorachidiano, puntura lombare con misurazione del glucosio.

TERAPIA: I medici prescrivono antibiotici per la meningite batterica, il tipo varia a seconda del livello di infezione. Gli antibiotici non sono efficaci nella meningite virale. La cura dei sintomi secondari compresi gonfiore del cervello, shock e crisi epilettiche richiederà altri farmaci in via endovenosa. Alcune persone possono avere bisogno della degenza in ospedale, a seconda della gravità della malattia e della terapia necessaria.

PROGNOSI: La diagnosi precoce e la terapia della meningite batterica sono essenziali per prevenire danni neurologici permanenti. Meningite virale è generalmente non grave, e i sintomi dovrebbero scomparire entro 2 settimane senza complicazioni durature. Se non curata, la meningite può portare a danni al cervello, perdita di udito, idrocefalo e cecità.

PREVENZIONE: Il vaccino Hib nei bambini contribuirà a prevenire un tipo di meningite. Il vaccino pneumococcico è ora una immunizzazione di routine durante l’infanzia ed è molto efficace nel prevenire la meningite pneumococcica. Per chi viene in contatto con familiari o direttamente con malati di meningite meningoccica è prescrivibile una cura preventiva di antibiotici per evitare l’infezione. La vaccinazione è consigliata per:

  • Adolescenti di 11-12 anni e adolescenti non vaccinati in precedenza che entrano nella scuola superiore (circa 15 anni).
  • Tutte le matricole dei collegi che non sono state vaccinate e vivono in dormitori.
  • Bambini di 2 anni e anziani che non hanno la milza o che hanno altri problemi al sistema immunitario;
  • Chi viaggia in paesi dove le malattie provocate da meningococcus sono molto comuni.

Fonte: [http://health.nytimes.com/health]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.