Miocardite

Miocardite

La miocardite è l’infiammazione del muscolo cardiaco.

CAUSE: Si tratta di un raro disordine che di solito è causato da virus, batteri o infezioni fungine che raggiungono il cuore. Le infezioni virali possono essere:

  • Coxsackie;
  • Citomegalovirus;
  • Epatite C;
  • Herpes;
  • HIV;
  • Parvovirus.

Infezioni batteriche:

  • Clamidia;
  • Micoplasma;
  • Streptococco;
  • Treponema.

Infezioni fungine:

  • Aspergillus;
  • Candida;
  • Coccidioide;
  • Criptococco;
  • Istoplasma;
  • Schistosomiasi.

Quando si ha un’infezione, il sistema immunitario produce particolari cellule che rilasciano sostanze chimiche per la lotta contro la malattia. Se l’infezione colpisce il cuore, la lotta contro la malattia delle cellule finisce sin dentro l’organo. Tuttavia, le sostanze chimiche prodotte da una risposta immunitaria possono danneggiare il muscolo cardiaco. Di conseguenza, il cuore può diventare spesso, gonfio e debole. Questo porta a sintomi di insufficienza cardiaca. Altre cause di miocardite possono comprendere:

  • Reazioni allergiche ad alcuni farmaci o tossine (alcool, cocaina, alcuni farmaci chemioterapici, metalli pesanti e catecolamine);
  • Esposizione a determinate sostanze chimiche;
  • Alcune malattie che causano infiammazione in tutto il corpo (artrite reumatoide, sarcoidosi).

SINTOMI: Può anche non apparire alcun sintomo. In caso qualche sintomo appaia, esso potrà essere:

  • Anomalie cardiache;
  • Dolore toracico che può somigliare ad un attacco di cuore;
  • Affaticamento;
  • Febbre e altri segni di infezione tra cui mal di testa, dolori muscolari, mal di gola, diarrea, eruzioni cutanee;
  • Dolore o gonfiore alle articolazioni;
  • Gonfiore delle gambe;
  • Mancanza di respiro.

Altri sintomi che possono verificarsi con questa malattia possono essere:

  • Svenimento, spesso legato al ritmo cardiaco irregolare;
  • Bassa diuresi.

DIAGNOSI: Un esame fisico può rivelare i seguenti problemi:

  • Anomalie cardiache come mormorii o suoni anormali;
  • Fluidi nei polmoni;
  • Rapido battito cardiaco (tachicardia);
  • Gonfiore (edema) delle gambe.

I test utilizzati per la diagnosi di miocardite includono:

  • Esame del sangue per l’infezione;
  • Gli esami del sangue per la ricerca di anticorpi contro il cuore;
  • Raggi-X al petto;
  • Elettrocardiogramma;
  • Biopsia muscolare al cuore (endomiocardia);
  • Conta dei globuli rossi;
  • Ecografia del cuore (ecocardiogramma);
  • Conta dei globuli bianchi.

TERAPIA: Il trattamento è finalizzato alla causa del problema, e può comportare:

  • Antibiotici;
  • Farmaci anti-infiammatori per ridurre il gonfiore;
  • Diuretici per eliminare l’eccesso di acqua dal corpo;
  • Dieta a basso contenuto di sale;
  • Riduzione dell’attività.

Se il muscolo cardiaco è molto debole, il medico prescriverà i farmaci per trattare l’insufficienza cardiaca. Anomalie cardiache possono richiedere l’uso di altri farmaci, un pacemaker o un defibrillatore-cardiaco impiantabile. Se un coagulo di sangue si trova nel cuore, si potranno ricevere dei farmaci per fluidificare il sangue.

PROGNOSI: La guarigione dipende dalla causa del problema e dalla salute generale del paziente. Alcune persone possono guarire completamente, altri possono avere una permanente insufficienza cardiaca. Possibili complicazioni possono essere:

  • Cardiomiopatia;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Pericardite.

Contattare un medico se si hanno i sintomi della miocardite, soprattutto dopo una recente infezione. Richiedere immediatamente assistenza medica se i sintomi sono gravi o sono aumentati il dolore toracico, la difficoltà di respirazione o il gonfiore.

PREVENZIONE: Curare tempestivamente le condizioni che causano la miocardite può ridurre il rischio.

Fonti: [Liu PP, Schultheiss HP. Miocardite. In: Libby P, Bonow RO, Mann DL, Zipes DP. Libby: Braunwald's Heart Disease: A Textbook of Cardiovascular Medicine. 8a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier, 2007; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.