Integratori: le proprietà terapeutiche del guaranà

di Cinzia Iannaccio 2

Il guaranà è un potente stimolante, ma non solo. Gli indios lo consideravano un frutto sacro, elisir di lunga vita e forse non avevano tutti i torti. I frutti prelibati di questa pianta rampicante tipica dell’area amazzonica, da sempre hanno dimostrato numerose proprietà terapeutiche: i semi in particolare, opportunamente preparati, danno origine ad un prodotto neurotonico, capace cioè di donare energia e vitalità, ma anche di alleviare i sintomi della  diarrea o i dolori mestruali.

E’ caratterizzato da un alto contenuto di caffeina, ma è anche ricco di polifenoli ed altre sostanze benefiche. Si prepara in modi diversi. In Europa  è possibile trovare il guaranà come integratore alimentare, in capsule, sotto forma di compresse o bastoncini. Oppure lo si può acquistare in polvere, liofilizzato: la punta di un cucchiaino, sciolta nell’acqua o in altri liquidi ha effetti strabilianti ed immediati.

Favorisce un’accelerazione mentale, stimola l’attenzione e fa dimenticare ogni stanchezza. Nell’America meridionale è molto diffusa in commercio una bibita dolce e gassata, a base di guaranà. E’ buona, l’ho assaggiata: somiglia alla coca-cola, ma i suoi effetti eccitanti sono sicuramente maggiori.

Il guaranà ha un buon effetto anche dal punto di vista cardiovascolare. Aumenta la secrezione gastrica ed aiuta la digestione, nonché le diete dimagranti, perché ha un lieve effetto diuretico e soprattutto è utile per controllare la fame. Secondo alcuni studi scientifici le sue proprietà antidiarroiche si legano alla capacità di combattere la stitichezza: questo perché è un grande disinfettante intestinale, capace di riequilibrare la flora batterica.

Sembra essere anche antinevralgico e in molti giurano che abbia potenti capacità afrodisiache. Come sempre però, non bisogna eccedere con le dosi consigliate. Soprattutto non va abbinato a dosi di caffè.

Se ne sconsiglia l’uso nei bambini, in gravidanza o in caso di ipertensione e distonia (può aumentare la sintomatologia). Può provocare tachicardia, palpitazioni, insonnia, stati d’ansia ed iper eccitazione. Se ne consiglia l’assunzione a stomaco pieno. Va usato come integratore  e non come sostituto di un appropriato regime alimentare.

[Fonte: Wikipedia]

  • Ottimo integratore il guaranà, personalmente lo utilizzo al posto del caffè, a volte il pomeriggio per ritrovare una spinta energetica, o nel caso di lunghi viaggi in macchina; certo l’effetto stimolatorio è dato dalla caffeina, ma il suo assorbimento nel guaranà è più lento e l’effetto dura di più