Allergia parietaria: omeopatia, vaccino, antistaminici

di Ma.Ma. Commenta

L’allergia alla parietaria provoca sintomi molto simili a quelli di qualsiasi altra allergia primaverile: prurito, naso che cola, occhi che lacrimano e starnuti sono tra i più comuni. Omeopatia, vaccino e antistaminici possono aiutare tutti coloro che soffrono di questa allergia. Vediamo in che modo.


Allergia parietaria, l’omeopatia

Alcuni rimedi naturali si rivelano particolarmente utili per attenuare i sintomi di questo disturbo e sperare di vivere giornate relativamente più tranquille. Tante dunque le soluzioni da prendere in considerazione a seconda dei sintomi più marcati. In omeopatia, contro le allergie alla parietaria segnaliamo:

  • perilla
  • ribes nero
  • rosa canina
  • adatoda
  • boswellia
  • noni
  • liquirizia

Anche l’oligoterapia, a base di manganese, zolfo e fosforo, è una ottima alternativa per combattere i sintomi della allergia alla parietaria soprattutto quando a risentire maggiormente della situazione critica sono gli occhi, a rischio congiuntivite.

ALLERGIA AI POLLINI, IL CALENDARIO DELLA FIORITURA MESE PER MESE

Vaccino contro allergia parietaria

Il vaccino è un altro dei mezzi con il quale contrastare i sintomi della allergia alla parietaria. Consiste nella somministrazione di piccole quantità dell’allergene incriminato che consentirà di aggirare il sistema immunitario dell’organismo il quale, lentamente, comincerà ad accettare la sostanza nemica. Per ottenere i migliori risultati, il vaccino contro l’allergia alla parietaria anderebbe fatto per cinque anni.

ALLERGIA AI POLLINI DELLA PARIETARIA, SINTOMI E CURE

Antistaminici per curare i sintomi?

Gli antistaminici sono i medicinali più utilizzati per curare questi disturbo. Occorre sempre ascoltare il parere di un medico esperto prima di utilizzare un farmaco piuttosto che un altro. Molto spesso agli antistaminici, capaci di ridurre di gran lunga la veemenza dei sintomi tipici di questa allergia, si affiancano i decongestionanti nasali che curano le mucose, solitamente sempre molto infiammate, e liberano le vie respiratorie che sono messe sempre a dura prova.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>