Allergie stagionali, 8 consigli per affrontarle

di Valentina Cervelli Commenta

La fioritura delle piante in primavera corrisponde sempre con l’inizio dei problemi per coloro che soffrono di allergia ai pollini e di quelle stagionali. Vediamo insieme come affrontarle al meglio attraverso 8 semplici consigli.

E’ necessario però prima lasciarsi andare ad una riflessione. Il tempo meteorologico influisce molto sull’impatto dell’allergia nei confronti dell’organismo: non bisogna lasciarsi ingannare. Una bella stagione che tende ad arrivare in ritardo può trasformarsi in un’estate da incubo per una persona che soffre di allergia al polline a causa della fioritura tardiva delle piante. A fare il punto sulla situazione di questa patologia ci ha pensato, ad ogni modo, l’allergologo e otorinolaringoiatra dell’Università dell’Alabama a Birmingham, il dottor Richard Waguespack, che ha dato vita agli 8 consigli che vi elargiremo a breve.

Per l’esperto è molto importante non solo tentare di limitare al minimo, compatibilmente con le necessità lavorative e di vita, le uscite in caso di allergia ai pollini, ma è necessario consultare il proprio medica o uno specialista che sia in grado di indicare il giusto rimedio farmacologico se i medicinali antistaminici da banco non fossero più sufficienti a tenere sotto controllo il problema. Vediamo ora insieme gli 8 consigli più importanti da seguire in base a quelle che sono le necessità generali della persona:

  1. Limitare le visite in posti caratterizzati dalla presenza massicce di piante in fioritura. Se si vuole prendere una pausa dalla quotidianità è meglio preferire la montagna o il mare, soprattutto nel periodo primaverile ed all’inizio dell’estate.
  2. Nel corso degli spostamenti su moto è bene utilizzare un casco integrale, mentre se si viaggia in auto è da preferire l’installazione di un ottimo filtro anti-polline.
  3. Non stendere lenzuola o panni lavati all’aperto per evitare la raccolta di polline.
  4. Quando si torna a casa dal lavoro, è bene farsi una doccia e cambiarsi i vestiti. E’ importante lavare i capelli per evitare che i pollini eventualmente rimasti sui capelli vengano poi respirati di notte.
  5. Fare particolare attenzione alle uscite nel corso delle giornate soleggiate e ventose: è la combinazione peggiore per chi soffre di allergia.
  6. Pulire con attenzione il pelo dell’animale domestico, se se ne possiede uno: può raccogliere polline involontariamente.
  7. Limitare l’utilizzo delle lenti a contatto, che possono intrappolare dei granuli di polline.
  8. Limitare al massimo l’assunzione di alcolici, che stimolano la produzione di muco e dilatano i vasi sanguigni, aumentando la congestione.

Piccole accortezze, ma dagli effetti benefici immediati.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>