Fragilità capillare, quali rimedi? Esperto risponde

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Salve, dall’età adolescenziale soffro di fragilità capillare...già a 12/13 anni sono apparsi i primi capillari sulle cosce. Con il passare degli anni il mio problema è peggiorato non solo per un fattore estetico ma proprio per un malessere durante la stagione estiva. Con il caldo non mi sento proprio le gambe ed i piedi e sento internamente un forte calore, quasi insopportaile, da costringermi a rinunciare ad una passeggiata serale o altro. Da premettere che sono una persona che pratica attività sportiva da più di 10 anni, non bevo alcolici, non fumo…insomma il mio stile di vita è abastanza salutare.

 

 

All’età di 24 anni ho tolto due piccole vene varicose ad entrame le gambe…secondo l’angiologo che mi ha operata era doveroso toglierle perché già sopra elevate. Adesso ho quasi 30 anni ho una bella cartina geografica soprattutto nelle cosce…con mio marito stiamo parlando seriamente di avere un bambino ma al solo pensiero delle mie vene e delle mie gambe mi viene un terrore!!! Accetto qualsiasi tipo di consiglio…perchè a 30 anni ridurmi come un’anziana di 70 durante la stagione estiva non lo accetto. Grazie mille,aspetto una sua risposta. Cordiali saluti

Specializzazione Flebologia e Chirurgia Vascolare
Tipo di Problema capillari fragili

Risponde il Dott. Giuseppe Serpieri, MD, FCPhleb Specialista in Chirurgia Vascolare (Torino, Milano, Roma, Londra). Per contatti diretti Tel 3356791027 o visitare il sito www.flebologia.it

Buongiorno. Purtroppo l’insufficienza venosa degli arti inferiori rappresenta un problema cronico ed evolutivo, con il quale dovrà sempre confrontarsi. Ottimo proseguire con lo stile di vita già in atto, ma questo da solo non è in grado di prevenire o contrastare efficacemente l’insorgenza di capillari o varici. Integratori alimentari e collant a compressione graduata sono in grado di migliorare e ridurre la sintomatologia e talvolta rallentare il peggioramento estetico ed anatomico. L’unica vera soluzione tuttavia è rappresentata dalla rimozione delle teleangectasie e delle eventuali varici: esistono molte possibilità tecniche che possono essere messe in atto. Indispensabile quindi una approfondita consulenza specialistica per verificare lo stato funzionale delle sue vene e programmare i trattamenti più adatti al suo caso. Cordiali saluti
Dott. Giuseppe Serpieri Specialista in Chirurgia Vascolare Torino, Milano, Roma, Londra +39 3356791027 www.flebologia.it

 

 

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Giuseppe Serpieri

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>